2° risultato utile consecutivo per il Sant’Agnello: fermata la Battipagliese a Viale dei Pini

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

sant_agnello_battipaglieseLa  posta in palio tra Sant’Agnello e Battipagliese è altissima, e non è un caso se la partita diventa ben presto maschia, con la compagine costiera guidata da Giulio Russo che dimostra di esserci sempre con la testa attraverso un prova di grande sacrificio e abnegazione. 2° risultato utile consecutivo per il Sant’Agnello, che muove la classifica lasciando a secco le pericolose bocche da fuoco battipagliesi a segno per ben 5 volte nelle precedenti 2 gare in cui avevano raccolto 6 punti sui 6 disponibili.

Le zebrette sfruttano l’impetuosa fisicità di cui dispongono, mentre i costieri chiudono tutti gli spazi mantenendo sempre i reparti corti e compatti, provando a sfruttare i guizzi dei propri pesi leggeri, mentre l’intelligenza tattica di Gargiulo fa sì che si trovi sempre al posto giusto nel momento giusto per creare situazioni di pericolo.

Debutto dal primo minuto per il classe 2000 Di Giulio Cesare che rimpiazza Cascone sulla corsia bassa destra, il jolly tascabile De Stefano si sistema sulla corsia opposta mentre a difesa di Stinga è confermatissima la coppia centrale Buonomo-Palladino. Serrapica detta i tempi del gioco coadiuvato dai fidi scudieri Gargiulo V. e Nocerino, mentre in attacco lo squalificato Lauro viene sostituito da Marino in versione “falso nueve” con Lazzazzara nuovamente dal primo minuto dopo Palma Campania e l’estro fuori categoria di Minicone a creare grossi problemi alla retroguardia bianconera.

Dopo 10 minuti Manzo scalda i guantoni di Stinga con un destro insidioso dalla lunga distanza, mentre il Sant’Agnello replica quasi immediatamente con una perentoria incornata di Buonomo su corner di Palladino che si perde larga. Le zebrette si fanno nuovamente pericolose con un tiro di Saurino da fuori area, quindi De Stefano legge in anticipo il perfetto lancio di Palladino alle spalle delle difesa, ma Gravagnone sceglie bene il tempo in uscita e salva tutto. Al 42’ Stinga si supera su una gran botta a incrociare di Saurino, poi Palladino è strepitoso in estirada ad intercettare il filtrante di Adiletta diretto verso Saurino che già pregustava la ghiotta chance per sbloccare la gara. Al 45’ Minicone vede il movimento di Marino a liberarsi della marcatura, stop e tiro fulmineo respinto da Gravagnone, Lazzazzara si avventa per il tap-in vincente ma non inquadra la porta.

In avvio di ripresa Palladino fa venire i brividi a tutta la panchina ospite grazie ad una meravigliosa punizione a foglia morta che testa i riflessi di Gravagnone, abile a distendersi alla propria sinistra per deviare in corner un traiettoria destinata all’angolino. Dal corner seguente Gargiulo V. svetta più in alto di tutti, perfetto impatto con il pallone che esce di un nulla oltre la traversa.   De Stefano dai 20 metri impegna nuovamente il portiere bianconero, con la replica della squadra di Santosuosso affidata ad una conclusione velleitaria di Manzo che non impensierisce più di tanto Stinga. Al 76’ gran giocata di Minicone che con un dolce tocco di esterno manda Tarcinale gambe all’aria, poi conclude con un destro a giro che scheggia il montante. Poco dopo resta qualche dubbio su un contatto tra Ferrara  ed un difensore bianconero al termine di un ubriacante slalom tra le difesa ospite. All’80’ Gargiulo V. si libera per lo stacco di testa su punizione mancina di Palladino ma la sfera si perde sul fondo. Allo scadere De Stefano trova la sponda di Breglia a lanciare Nocerino verso la porta, ma lo stop a seguire del talentuoso centrocampista biancazzurro risulta di un pizzico lungo e l’azione sfuma. L’ultima azione degna di nota è ancora di marca costiera: Nocerino allarga per Minicone che vince ancora il duello personale con Tarcinale, cross teso verso l’area piccola dove non c’è nessuno ad attaccare lo spazio per la deviazione vincente.

SANT’AGNELLO – BATTIPAGLIESE 0-0

SANT’AGNELLO (4-3-3) Stinga; Di Giulio Cesare (31’ st Cascone), Buonomo, Palladino, De Stefano; Gargiulo V. (44’ st Veniero), Serrapica, Nocerino; Lazzazzara (18’ st Ferrara), Marino (13’ st Breglia), Minicone.
A disp: Zurino, Esposito R., Aiello.
All: Russo

BATTIPAGLIESE (4-3-3) Gravagnone; De Giorgi, Criscuolo, Casale (10’ pt Consiglio), Mogavero (45’+4 st Impesi); Di Lascio (23’ st Tarcinale), Iuliano, Rago; Manzo (35’ st Longo), Saurino, Adiletta.
A disp: Antico, Mangiapia, Cascone A.
All: Santosuosso

Arbitro: Sig. Michele Palomba della Sezione AIA di Torre del Greco

Note: Ammoniti: Serrapica (S), Saurino (B), Breglia (S), Criscuolo (B). Corner: 4-2. Recupero: 1’ pt, 5’ st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!