Sant’Agnello Promotion: Sconfitta interna contro il Pro San Giorgio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

 Una formazione sottotono ed in piena emergenza, decimata da infortuni e squalifiche, cade al Viale dei Pini contro una non proprio irresistibile Pro San Giorgio con il risultato di 2-4. L’undici scelto da mister Di Gregorio è figlia delle necessità di adattamento, dove fin dallo slot di portiere titolare la formazione costiera deve correre ai ripari facendo esordire tra i pali Valentino Russo arrivato in maglia nero-arancio per ovviare al recente infortunio di Trofa, fuori a tempo indeterminato. Per la linea difensiva si chiedono gli straordinari a Buonocore che si adatta a destra da esterno basso al posto di Mastellone, con Ferraro (capitano) al fianco di Gargiulo a comporre la coppia centrale e Vanacore adattato, a completare il reparto arretrato come terzino della fascia mancina. Centrocampo completamente ridisegnato con Alfano, Sposito ed il debuttante De Vita a supportare il tridente d’attacco composto da Cannavale, Iannucci ( ex San Vito Positano all’esordio con la Promotion) esterni e De Rosa punta centrale, ultimo acquisto arrivato per completare il reparto offensivo.

La gara inizia subito su ritmi alti e pressing aggressivo del Pro San Giorgio che cerca di interrompere i tentativi di gioco palla a terra della formazione di casa. La prima occasione arriva dopo pochi minuti quando all’interno dell’area di rigore su un retropassaggio di testa corto di Gargiulo per l’estremo difensore santanellese, si inserisce Mugolieri che pecca di freddezza, spedendola la sfera sul fondo. La prima grande occasione da gol per la Promotion arriva al quarto d’ora di gioco quando da una rimessa laterale la formazione di casa arriva al limite dell’area di rigore con due tocchi, liberando Buonocore che in slalom piazza un diagonale teso sul secondo palo su cui si avventa Cannavale che in spaccata, per pochi centimetri, deposita il pallone in fallo di fondo.

Il Pro San Giorgio si spaventa e cerca di reagire con un’azione insistita che trova sfogo sull’out di destra con un cross sul primo palo deviato sul fondo da Pascucci. Pochi minuti dopo, al 27′ la Promotion passa in vantaggio grazie ad un’azione tutta in verticale con Cannavale atterrato in area di rigore: sul dischetto si presenta lo stesso Cannavale che con un tiro piazzato spiazza l’estremo difensore rossoblu per l’1-0 Promotion. Gi ospiti provano a reagire cercando di sfruttare le indecisioni della retroguardia di casa: con un’azione confusa, penetrano in area di rigore arrivando a tu per tu con Russo che d’istinto la mette in angolo. Sull’azione successiva di calcio d’angolo, il Pro San Giorgio riporta in equilibrio la gara con Mugolieri che batte Russo sul primo palo con un colpo di testa ravvicinato; 1-1.

Nonostante il pareggio la Promotion non si scompone e prova a fare il suo gioco. Dopo mezz’ora di gioco, in rapida sequenza, due episodi determinano le sorti della gara: l’arbitro espelle mister Di Gregorio per proteste ed al 36′ gli ospiti si portano in vantaggio, con un diagonale dall’interno dell’area di rigore che bacia il palo interno e si deposita in rete a Russo battuto per l’ 1-2 San Giorgio. Non pochi dubbi nascono dalla regolarità dell’azione con la punta del San Giorgio in evidente fuorigioco non segnalato dal direttore di gara. Sul finire del primo tempo arriva anche il terzo gol del San Giorgio con un’azione elaborata tutta sulla destra che sfocia in un cross basso all’interno dell’area di rigore con Mugolieri che prolunga per la zampata di Pascucci pronto a ribadire in rete la sfera a due passi dal secondo palo. Anche in quest’occasione un fuorigioco evidente non segnalato consente agli ospiti di andare al riposo sul 3 a 1.

Nella ripresa la gara si affievolisce con il pro San Giorgio che cala fisicamente e produce l’ultimo acuto con il gol del 4-1 al 52′ grazie ad un cross rasoterra che dalla fascia mancina viene depositato in rete da Pascucci a due passi da Russo incopevole. Nonostante tutto la Promotion non demorde e cerca di reagire alzando la tensione agonistica, riuscendo a trovare  il gol che accorcia le distanze sul 4 a 2 al 59′ ancora con Cannavale che in contropiede, penetra centralmente in area di rigore fulminando Uliano con un tiro centrale ma ravvicinato.

Ultima mezz’ora che concede pochi spunti, con la Pormotion che cerca di andare ancora in rete con alcune occasioni importanti: ancora con Cannavale che, sempre in contropiede, questa volta si fa ipnotizzare da Uliano e successivamente su una punizione sprecata da Iannucci e De angelis che all’interno dell’area di rigore non trova il tempo giusto per il tiro. La partita finisce sul 2 a 4 con la Promotion che ha avuto il merito di rimanere sempre in partita creando molte occasioni, potendo anche recriminare e non poco sui gol del San Giorgio segnati, se non in chiare, ma in più che dubbiose situazioni di fuorigioco.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!