Sant’Agnello Promotion: Pari a reti bianche contro il San Marzano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

 É iniziata con un pareggio casalingo per 0-0 contro il PER San Marzano, la stagione del Sant’Agnello Promotion. Sugli scudi Trofa, estremo difensore costiero che ha salvato con alcuni interventi decisivi, a più riprese, dal possibile gol del vantaggio ospite. Promotion che fin dal fischio d’inizio cerca di tessere le sue trame di gioco attraverso una manovra ragionata, con Parlato fulcro del gioco a fare da spola fra trequarti e mediana, col compito di inserirsi e spezzare le linee avversarie provando ad innescare le punte. Avversari duri e solidi in fase difensiva, capaci di sfruttare i capovolgimenti di campo in modo repentino, arrivando per primi alla conclusione con un diagonale da fuori area disinnescato da Trofa.

Dalla corsia centrale e dalla fascia destra dei ragazzi di mister De Gregorio arrivano i pericoli maggiori con Buonocore che prova a puntare l’area di rigore avversaria in più di una circostanza, portandosi alla conclusione senza però particolare precisione. Una fase di transizione dove le formazioni non riescono a prevalere, con il direttore di gara costretto ad usare i cartellini in alcune circostanze per alcuni falli anche abbastanza ruvidi, fa da anticamera alla più nitida delle azioni del San Marzano il quale con una manovra sviluppatasi sulla propria sinistra, riesce a portarsi in area di rigiore avversaria con un cross perfetto per la torre di Aiello il quale trova di testa Langieri che all’interno dell’area piccola colpisce la sfera a botta sicura senza aver fatto prima i conti con Trofa ancora decisivo. Da qui si spegne la gara senza particolari sussulti prima dell’intervallo che vede le squadre ancora sullo 0-0. Una gara dura, ma anche piacevole con le due formazioni propense ad un gioco offensivo.

Nella ripresa subito due cambi per la Promotion con mister De Gregorio che vuole avere maggiore predominanza territoriale ricorrendo a due nuovi esterni alti in grado di attaccare con maggiore continuità nell’uno contro uno. Infatti, la ripresa è quasi tutta di marca costiera con Palomba che sulla sinistra cerca di dare fin da subito la scossa, piazzando un traversone teso in area non raccolto dai compagni e poi mettendosi in proprio con una conclusione a giro da fuori area bloccata in due tempi dall’estremo granata. Ad una fase di gioco più confusa, dove le due squadre si fronteggiano senza trovare il guizzo giusto per il vantaggio, seguono alcuni episodi fondamentali per l’esito della gara: prima Parlato, con una delle sue accelerazioni, trova il palo pieno con un tracciante di grande potenza dalla trequarti avversaria, poi Cannavale su punizione a pochi passi dal limite dell’area di rigore, mira l’angolo basso alla destra del portiere che con un gran intervento la spedisce in angolo. Dall’altra parte, ancora Trofa decisivo su due calci d’angolo e successivamente su Cirillo lanciato a rete, fermato in extremis dall’estremo difensore costiero. Sul finire della gara anche il San Marzano reclama poiché, su un tiro da posizione defilata Aiello prende il palo interno a Trofa battuto, con la sfera che danza sulla linea di porta per poi accomodarsi fra i guantoni del portiere di casa e graziare la Promotion da una sconfitta non meritata dopo l’ottimo secondo tempo dove solo nel finale sono venute a mancare le energie fisiche. Un 0-0 sofferto ma che porta il primo punto in classifica di un campionato dove ci sarà sicuramente da battagliare fino alla fine. Domenica subito gara dai grandi risvolti emozionali con il derby costiero contro il Massa Lubrense.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!