Sant’Agnello-Sorrento 1-0 | Decide Nocerino, il derby è biancazzurro

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
img_1024

Alessandro Stinga (Foto: Rosario Criscuolo)

Il derby è ancora biancazzurro. Con lo stesso risultato della scorsa stagione, e soprattutto con una prestazione sontuosa grazie a un’identità di gioco già ben definita grazie all’ottimo lavoro svolto giorno dopo giorno dal mister Giulio Russo. Il fraseggio come arma non convenzionale, mentre il Sorrento risponde con palle lunghe a cercare le spizzate di Cifani ben contenuto da una retroguardia formata da Perna, Buonomo, Palladino e Breglia in uno stato di forma straordinario. Serrapica dirige l’orchestra coadiuvato da Nocerino e De Stefano, mentre Lauro dà peso e sostanza ad un attacco che può contare sull’estro dell’ex Minicone oltre ai guizzi del talento costiero Veniero. Minicone fallisce dal dischetto il gol dell’ex, ma l’errore è ininfluente poichè Nocerino mette la propria griffe con un inserimento che vale il primo acuto stagionale. Il 5° risultato utile consecutivo del Sant’Agnello nel derby stracittadino permette al mister Giulio Russo di centrare il primo successo in campionatoo volando a quota 4 punti. È il successo di tanti ragazzi costieri sedotti e ripudiati nella città del Tasso, che dimostrano di non essere inferiori a nessuno facendo sprofondare all’inferno il Sorrento, fanalino di coda con 3 sconfitte in altrettante gare di campionato contro Faiano, Positano e Sant’Agnello.

Avvio di gara subito con giallo: De Stefano lancia lungo per Minicone che approfitta del buco di Mozzillo per convergere verso il centro e crossare con la sfera che tocca il braccio largo di Guarro, ma il direttore di gara decide di lasciar correre. All’8’ Breglia è incontenibile lungo l’out mancino, spiovente per l’inserimento di Lauro che non trova l’impatto giusto da distanza ravvicinata. Quindi azione tutta in verticale sull’asse Nocerino-Minicone-Lauro, ma Guarro non si fa sorprendere allontanando la minaccia. Al 18’ azione di Sarriana memoria con Veniero che attende l’attimo giusto per il movimento perfetto alle spalle di Matino, bordata che si perde di un soffio larga alla destra di Munao. Passano 120 secondi, Veniero combina con De Stefano raccogliendo il passaggio di ritorno per poi sferrare una bordata di rara potenza che sfiora l’incrocio. Al 24’ il Sant’Agnello beneficia di un calcio di rigore per fallo di Gargiulo A. su Lauro lanciato verso Munao in ripartenza: dal dischetto si presenta Minicone, Munao spiazzato ma sfera oltre la trasversale. Il Sorrento prova a farsi vivo dalle parti di Stinga, ma Palladino e Buonomo sono monumentali non lasciando spazio di manovra a Cifani. Al 33’ Stinga smanaccia in corner un calcio piazzato di Pepe, mentre Nocerino sfiora il vantaggio con un meraviglioso collo esterno che scheggia il palo alla sinistra dell’estremo difensore rossonero. Schettino calcia alto da posizione defilata, mentre sul finire della prima frazione di gioco la squadra di mister Russo va nuovamente vicino al vantaggio attraverso il gioco e schemi ben collaudati. Lungo lancio di Buonomo, Breglia sovrasta Mozzillo lanciando Minicone che converge verso il centro per poi impegnare severamente Munao con il suo proverbiale tiro a giro.

Al 50’ il Sant’Agnello trova il meritato gol del vantaggio attraverso un’azione avvolgente. Veniero apre il gioco per Serrapica che allarga sulla sinistra per Breglia, passaggio per Minicone la cui conclusione viene murata, ma Nocerino si inserisce come un falco ed infila Munao festeggiando la prima rete stagionale. Poco dopo Minicone, lanciato in profondità da Veniero, viene steso da Guarro ma l’arbitro lascia proseguire. Al 57’ cross calibrato di Breglia per De Stefano anticipato di un soffio sul palo lungo. Al 60’ Stinga si oppone con sicurezza ad una conclusione dal limite senza troppe pretese di Pepe. Passano pochi minuti e sugli sviluppi di un calcio piazzato Lauro, disturbato da Calabrese, non riesce ad indirizzare la sfera verso la porta e l’azione sfuma. Stinga controlla con lo sguardo l’inzuccata di Fiorentino perdersi oltre la traversa, poi Minicone ubriaca Di Ruocco e calcia con violenza trovando la parata in due tempi di Munao. Poco dopo Minicone si erge nuovamente a protagonista saltando due avversari come birilli per poi calciare dalla distanza con il pallone che esce di poco alto sopra la traversa. L’unica chiara occasione da gol della squadra ospite nasce da una palla persa in uscita che diviene preda di Masi: diagonale velenoso che fa la barba al palo alla destra di Stinga. All’83’ Munao anticipa in uscita alta Lauro su corner di Serrapica, quindi Stinga è reattivo anticipando Cifani e facendo tirare un sospiro di sollievo a tutti gli uomini di fede biancazzurra. Dopo quasi 10 mesi dal brutto infortunio subito contro il Castel San Giorno, torna in campo il talentuoso attaccante classe ’98 Giuseppe Marino, che fa nuovamente vedere sprazzi di grande talento con giocate di qualità costringendo spesso la retroguardia rossonera al fallo sistematico permettendo al Sant’Agnello di guadagnare secondi preziosi in attesa del triplice fischio finale.

SANT’AGNELLO-SORRENTO 1-0

Rete: 5’ st Nocerino

SANT’AGNELLO (4-3-3) Stinga; Perna (18’ st Gargiulo S.), Buonomo, Palladino, Breglia; De Stefano, Serrapica, Nocerino; Veniero (27’ st Marino), Lauro, Minicone (45’ st Gargiulo V.).
A disp: Malafronte, Ruocco, D’Esposito, Merolla.
All: Russo

SORRENTO (4-3-3) Munao; Mozzillo (6’ st Falanga), Calabrese, Guarro, Matino (12’ st Raimondi); Gargiulo A. (1’ st Masi), Pepe, Rizzo; Di Ruocco, Cifani, Schettino (12’ st Fiorentino).
A disp: D’Esposito F., Di Gregorio, Vacca.
All: Guarracino

Arbitro: Abdoulaye Diop della Sezione AIA di Treviglio (Barbaria/Guerra)

Note: Ammoniti: Serrapica (SAN), Breglia (SAN), Fiorentino (SOR). Corner: 1-6. Recupero: 1’ pt, 5’ st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!