Verso Sant’Agnello-Sorrento | Le sfide recenti sorridono ai biancazzurri. Mister Russo imbattuto contro il Sorrento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

mister_giulio_russoSi avvicina una partita speciale, il cui pronostico resta fuori da ogni logica come ogni derby che si rispetti. La tensione si taglia con il coltello, ed il carico di campanilismo è elevatissimo per una sfida che riaccende il senso di appartenenza elevandolo all’ennesima potenza. L’adrenalina sale per la sfida infinita tra Sant’Agnello e Sorrento, dove il carattere verrà fuori per decretare la regina della Penisola.
I recenti scontri diretti fanno dormire sonni tranquilli al presidente Alberto Negri, che ha vinto 3 delle ultime 4 sfide non incassando mai alcuna sconfitta.
Si parte con la sfida della stagione 2015/16, con il Sant’Agnello a rifilare una manita impietosa al Sorrento appena retrocesso nel massimo campionato dilettantistico regionale dopo il play-out perso contro la Battipagliese. Vitale dalla lunga distanza sblocca la gara dopo appena 15 minuti, con il Sant’Agnello travolgente nella ripresa grazie ad Arpino, ancora Vitale, Scarpa su rigore e Gargiulo camminando agevolmente sopra i resti di una squadra allo sbando. La gara di ritorno non si disputerà, con il sodalizio biancazzurro che porta a casa l’intera posta in palio a tavolino per la mancata comunicazione da parte del Sorrento di un campo sul quale disputare la gara.
Nella scorsa stagione, nonostante budget ed obiettivi diametralmente opposti, il Sant’Agnello mette il bavaglio al Sorrento conquistando ben 4 punti su 6 negli scontri diretti. Allo Stadio Italia una perentoria inzuccata firmata De Gregorio su punizione di Marino riprende il Sorrento passato in vantaggio grazie ad un’autorete, quindi Buonomo sugli sviluppi di palla inattiva risponde immediatamente a Temponi per un 2-2 che il Sant’Agnello mantiene eroicamente nonostante la doppia inferiorità numerica. Il retour-match è trionfale per la squadra del presidente Alberto Negri, che conquista 3 punti d’oro con un gol da cineteca dell’uomo-derby Buonomo.
Positivo anche il bilancio del mister Giulio Russo contro il Sorrento. All’esordio in panchina nella stagione 2015/16, il suo Massa Lubrense esce indenne dalla trasferta nell’impianto di Via Califano strappando un pareggio a reti bianche senza mai rischiare nulla. 1 punto ottenuto con pieno merito imbrigliando gli avversari grazie ad una difesa ermetica che ritrova per 2/4 a Sant’Agnello (Buonomo e Breglia mentre Esposito sarà out per squalifica), a blindare la porta che rivede nuovamente Alessandro Stinga come saracinesca insuperabile.
Il guanto di sfida è lanciato con Sant’Agnello e Sorrento mai così vicine a livello tecnico, con la squadra del presidente Negri già forte di un punto di vantaggio sui rossoneri dopo le prime due gare di campionato.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!