Polisportiva – Fortitudo: un evento tra basket e sociale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

polisportiva logoLo sport ed in particolare la pallacanestro come strumento di riscatto sociale, spunto di riflessione e mezzo efficace di rivalsa ed aggregazione. Queste le tematiche principali del grande evento organizzato dalle due società cestistiche di Sorrento, la Polisportiva e la Fortitudo, per sabato 23 Settembre. Un evento unico nel suo genere, il quale si articolerà in due momenti ben distinti: primo appuntamento di apertura, ci sarà alle ore 11 presso il teatro Tasso di Sorrento, dove verrà trasmesso il film documentario realizzato da Ilaria Galbusera e Antonino Guzzardi che racconta, in una trama ben articolata e di grande coinvolgimento emotivo, la storia di sei ragazzi campioni nello sport che affrontano una società sempre più indifferente e che viaggia a ritmi sempre più elevati, incapace di dare loro le giuste attenzioni e soprattutto attanagliata da stereotipi e pregiudizi verso le loro disabilità.

Un documentario di grande impatto che vedrà i sei giovani protagonisti combattere contro una vita dura e piena di difficoltà per loro, ardenti di voglia di rivalsa utilizzando lo sport come valvola di sfogo, andando contro il senso comune di coloro i quali pensano che non ce la possano fare. Attraverso i vari spunti di riflessione che inevitabilmente il film lascerà in eredità, alle ore 19 avverrà la seconda tappa di questo importante evento: presso il Pala Atigliana si sfideranno la neo-promossa Polisportiva Sorrento e la nazionale femminile sorde reduce dal bel bronzo vinto in quel di Samsun (Turchia) alle Deaflylimpics 2017 con coach Sara Braida in panchina.

Un evento probabilmente più unico che raro in penisola sorrentina, utile per far riflettere tutti su tematiche mai come oggi attualissime, con episodi di razzismo ed intolleranza verso il prossimo che sono all’ordine del giorno, mettendo a nudo la struttura di una società seppur sempre più evoluta tecnologicamente, allo stesso tempo molto indietro su alcuni aspetti etici e morali. Un evento che, contemporaneamente, mostra come sia forte la voglia di coinvolgere sempre più persone nella propria concezione di sport, forse anche un po’ rivoluzionare quella presente in in penisola, del movimento cestistico sorrentino che unito verso un unico obiettivo è in grado di realizzare opportunità di questo genere.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!