Sant’Agnello | Colpo Minicone, rinforzo di lusso per la linea offensiva del mister Russo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

miniconeGrande colpo in entrata per il Sant’Agnello, che strappa ai cugini del Sorrento uno dei pezzi più pregiati del massimo campionato dilettantistico regionale. Si tratta dell’attaccante esterno classe ’96 Ernesto Minicone, autentica spina nel fianco per qualsiasi retroguardia, incapace di trovare le giuste contromisure per fronteggiare giocate sopraffine eseguite sfoggiando grande tecnica con movimenti eseguiti con maestria in spazi strettissimi. L’ultima stagione ha visto Minicone timbrare il cartellino in ben 8 occasioni tra Campionato e Coppa Italia in 1.394 minuti totali suddivisi in 25 gare. Il neo-attaccante biancazzurro si presenta così ai suoi nuovi tifosi:

SANT’AGNELLO LA SCELTA GIUSTA. “Fin dal primo momento in cui mi è stata presentata l’offerta del Sant’Agnello, non ho mai dubitato che fosse la scelta giusta. Il patron Negri mi ha voluto fortemente, e la presenza di Giovanni Serrapica con il quale ho condiviso l’esperienza di Sorrento è stata fondamentale per convincermi a sposare questo progetto. Sarà per me un grande onore lavorare con Giulio Russo, un mister competente e preparato che saprà insegnarmi tanto visti i suoi trascorsi da attaccante di razza nel calcio professionistico. Mi aspetto un’annata ricca di soddisfazioni sia a livello personale che di squadra: siamo una squadra giovane, l’obiettivo principale resta la salvezza da raggiungere quanto prima per poi provare ad alzare ulteriormente l’asticella. Spero di riuscire a recitare un ruolo da protagonista, segnare tanti gol e ripagare sul campo la fiducia riposta in me da presidente, mister ed intero staff del Sant’Agnello”

VOGLIA DI RISCATTO “Ho tanta voglia di riscatto perché nella stagione appena conclusa a Sorrento, pur avendo dato tutto in ogni allenamento, sono stato sempre utilizzato con il contagocce. Nonostante avessi calibri pesanti davanti a me nelle gerarchie, non ho mai sfigurato ogniqualvolta mi è stata data la possibilità di scendere in campo anche a partita in corso. È stata dura da accettare perché nell’ultima parte della stagione sembravo rientrare nei piani tecnici avendo giocato dal primo minuto in 3 delle ultime 5 gare contro Rinascita Vico, Nola e Solofra. Poi, senza alcuna spiegazione, sono finito ai margini e relegato addirittura in tribuna nei decisivi match di play-off contro Faiano e Cervinara. A Sant’Agnello cerco perciò quella continuità che mi è mancata, e spero di raggiungere la doppia cifra sia nelle reti che negli assist dando tutto per questa maglia”

Il Fc Sant’Agnello ha inoltre scelto il nuovo responsabile dell’Area Comunicazione: si tratta del giornalista Giovanni Minieri, il quale ha ricoperto il medesimo incarico la scorsa stagione al Sorrento e, precedentemente, al Massa Lubrense

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!