Sant’Agnello | Antonio Ciardiello esalta il gruppo: “Siamo riusciti a tener duro nei momenti difficili, superando con costanza ogni difficoltà”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ciardiello
Il segreto della salvezza del Sant’Agnello sta tutto nell’abilità del patron Negri, abile a scovare tantissimi under di qualità, in grado di fare la differenza nel massimo campionato dilettantistico regionale. Fa parte di questa schiera di talenti il centrocampista classe ’97 Antonio Ciardiello, cresciuto nella scuola calcio Domenico Luongo e scovato dall’Avellino che lo lancia facendolo diventare un punto di forza dei Giovanissimi Nazionali. Quindi il passaggio agli Allievi A e B del Lanciano giocando sotto età, mentre nel 2013/14 sbarca in Sicilia per una nuova esperienza con agli Allievi A e B del Trapani. Nell’estate del 2015 giunge forte il richiamo della Campania per un campionato con la Berretti del Benevento dove si mette in luce da terzino, esterno e mezzala mostrando grande duttilità. La prima stagione con la maglia del Sant’Agnello è impreziosita anche da un gol realizzato incornando con perfetta scelta di tempo su cross di Pelagione per il momentaneo 1-1 sul Cervinara. Il futuro potrebbe vedere ancora il centrocampista in maglia biancazzurra.

A San Tommaso grande epilogo di una stagione esaltante, culminata con la salvezza raggiunta grazie alla forza del collettivo. Come descriveresti in sintesi la tua stagione?

 “È stato un anno davvero splendido sotto il profilo calcistico ma soprattutto umano. Siamo riusciti a creare un grande gruppo, unito e affiatato, che è riuscito a tener duro nei momenti più complicati superando con costanza tutte le difficoltà incontrate durante il cammino. Vincere a San Tommaso è stato motivo di grande soddisfazione, perché pur avendo una squadra composta da tantissimi “under” abbiamo giocato con personalità compiendo un autentico miracolo. Ho firmato per il Sant’Agnello alla fine della preparazione, e tutti mi hanno accolto subito alla grande: dal presidente all’allenatore fino a tutti i miei compagni. Mi son trovato davvero bene, e non escluso la possibilità di restare anche nella prossima stagione”.

Qual è stato il momento chiave del campionato?

“Sono stati diversi i momenti della stagione che ci hanno reso consapevoli di non essere inferiori a nessuno. Cominciando dal girone di andata sicuramente il pareggio sul campo del Sorrento, seguito da due vittorie consecutive contro Palmese e Castel San Giorgio. La nostra miglior serie positiva è giunta però nel girone di ritorno con 5 risultati consecutivi fra Solofra e Palma Campania intramezzate da due successi prestigiosi sul nostro terreno contro Sorrento e Faiano e dal pari a reti bianche sul campo della Battipagliese. L’autostima è aumentata ed abbiamo capito che giocando con calma e tranquillità, senza buttare via il pallone, potevamo raggiungere grandi risultati. Il play-out è stato il momento più bello della stagione, perché sovvertire il pronostico quando tutti ti danno per morto è un’emozione fantastica”.

Vestirai la maglia del Sant’Agnello anche nella prossima stagione?

“Il mio futuro è ancora incerto. In Serie D sarei ancora under, per cui non nascondo che sarei interessato a valutare eventuali offerte provenienti dai dilettanti nazionali. Non chiudo però la porta qui al Sant’Agnello, parlerò presto con il presidente e vedremo come evolveranno alcune situazioni”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!