Cristoforo Barbato, responsabile scouting Udinese: “Sant’Agnello Promotion motivo di vanto: società ambiziosa con tanta voglia di crescere insieme a noi”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

cristoforo_barbato_udinese
I giovani sono il motore portante del calcio, e non a caso le più importanti società della massima serie instaurano rapporti di partnership con realtà locali, visionando tantissimi prospetti alla ricerca dei campioni del domani. L’Udinese del patron Pozzo è probabilmente il miglior esempio di una gestione sostenibile che sa coniugare i risultati alla valorizzazione di una linea verde sempre di primissimo livello. Anche la stagione appena conclusa è stata in linea con la mission friulana, con la compagine di Del Neri assestatasi al 4° posto per età media complessiva (25,7 anni) dietro soltanto a Bologna, Crotone e Lazio.
Tutto questo è possibile grazie ad un lavoro capillare, attraverso il quale vengono poi individuati i giovani più talentuosi da far poi salire in Friuli per esprimere al massimo le proprie potenzialità.
Tra le società campane affiliate all’Udinese spicca la Sant’Agnello Promotion: realtà giovane ed ambiziosa che inizia già a togliersi importanti soddisfazioni in ambito giovanile. Un lavoro certosino portato avanti allenamento dopo allenamento, coordinato da Cristoforo Barbato, responsabile scouting dell’Udinese Academy per la Campania.


Per iniziare, quali sono le tue mansioni ed in che modo aiuta l’Udinese Calcio a scegliere i campioni del domani?

“Sono il responsabile dell’Udinese Academy per la Campania, e mi occupo dei rapporti con tutte le nostre società affiliate. La società friulana lavora in maniera capillare sui giovani e non è un caso che in questa regione abbiamo ben 16 società che hanno spostato la nostra linea progettuale, mentre 3 hanno già raggiunto un accordo per la prossima stagione. Siamo perciò in continua crescita, ed il mio lavoro sta proprio nel curare l’area scouting in tutta questa vasta area geografica”

Quale suggerimento sente di dare ai giovani atleti che iniziano ad affacciarsi nel mondo del calcio?

“Il primo consiglio che mi sento di dare ai ragazzi è quello di non trascurare mai gli studi, perché riuscire a sfondare nel mondo del calcio è estremamente difficile. Oggigiorno la televisione manda un messaggio fuorviante secondo il quale fare il calciatore sia facile, aprendo le porte verso un mondo privilegiato. Ciò è vero soltanto a certi livelli, e soltanto una piccola percentuale di quanti entrano a far parte di questo mondo da bambini, riescono davvero a coronare il sogno di affermarsi nel calcio che conta. Studiare deve avere la massima priorità, e poi per qualcuno potrà esserci la fortuna di vivere questa favola”

Quali sono le caratteristiche che un responsabile scouting analizza quando si tratta di relazionare su una giovane promessa?

“Al di là di quelle che possono essere le caratteristiche tecniche, tattiche e psicologiche, credo che la cosa più importante sia la passione. Non mi soffermo infatti soltanto sulle partite, ma guardo sempre oltre focalizzandomi in modo particolare sulle sedute di allenamento. Durante la settimana ho modo di vedere realmente l’amore che i ragazzi mettono sul rettangolo verde, inseguendo la speranza del professionismo”

Che bilancio può fare del primo anno di affiliazione tra la Sant’Agnello Promotion e l’Udinese Calcio?

“La Sant’Agnello Promotion si è comportata davvero benissimo nel corso di questo primo anno di affiliazione. Ci ha seguito nella programmazione in maniera meticolosa, lavorando benissimo sulle categorie dei più piccoli, per cui credo che i margini di crescita siano davvero enormi. Apprezzo tantissimo che la società del presidente Ferraro punti tantissimo sui valori umani, ed è proprio quello che l’Udinese ama come background in un percorso che vogliamo portare avanti con le nostre società affiliate”.

In che modo la società friulana ha seguito passa dopo passo il lavoro della Sant’Agnello Promotion?

“Questa è per me la 9° volta che scendo qui a Sant’Agnello per svolgere sedute di allenamento e visionare i ragazzi. Organizziamo inoltre un torneo, l’Udinese Champions Cup,  che ci permette di monitorare i ragazzi delle categorie Pulcini, Esordienti e Giovanissimi di tutte le società affiliate. Svolgiamo perciò un lavoro capillare ed abbiamo modo di osservare in maniera costante i progressi dei giovani calciatori campani. La Sant’Agnello Promotion rinnoverà l’affiliazione, ed è per noi un motivo di vanto perché sul territorio può diventare una società in grado di veicolare il movimento calcistico in Penisola Sorrentina. È importante poter contare su società ambiziose che vogliano migliorarsi e crescere insieme a noi.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!