Sant’Agnello | Il co-presidente Michele Lauro: “Si riparte da un grande colpo in panchina: Giulio Russo sarà il nuovo allenatore”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

michele-lauro
Comincia ufficialmente la programmazione del Sant’Agnello in vista della nuova stagione sportiva. La società ha infatti reso noto il nome del nuovo allenatore chiamato a raccogliere l’eredità di Francesco Nardo, che ha mantenuto la categoria dopo lo spareggio play-out contro il San Tommaso. La notizia era nell’aria ed è stata annunciata oggi dal co-presidente Michele Lauro: sarà l’ex calciatore Giulio Russo a guidare la panchina santanellese. Si tratta di un ritorno in casa biancazzurra, dopo la parentesi con gli scarpini ai piedi conclusa con ben 16 reti in 28 gare nella stagione 2014/15, con il cammino del Sant’Agnello fermatosi soltanto in semifinale play-off nazionale contro lo Scordia.
Il dirigente santanellese rivela anche i punti cardine di un progetto basato sulla linea verde puntando al raggiungimento dei risultati attraverso l’esplosione dei giovani prospetti costieri.

Sciolte le ultime riserve, si può finalmente annunciare il nome dell’uomo chiamato a guidare il nuovo progetto targato del Sant’Agnello?

“Si riparte da una grande colpo in panchina. Il nuovo mister sarà infatti Giulio Russo, una vera istituzione visto che da calciatore ha scritto la storia del calcio peninsulare. Non c’è mai stata alcuna esitazione: il nostro tecnico ha subito sposato il progetto linea verde, ed è già al lavoro fornendo le opportune indicazioni sui profili ritenuti funzionali alle proprie idee tattiche”

Con quali obiettivi la squadra santanellese si presenta ai nastri di partenza, e da quali uomini si riparte?

“Il nostro obiettivo resta sempre immutato, ed è quello di puntare sui giovani provenienti dalla Penisola Sorrentina, affiancati da qualche over di spessore in grado di garantire il carattere necessario a disputare un campionato di Eccellenza che ogni anno diventa sempre più competitivo. Siamo abituati a fare calcio con un budget limitato, dove l’aspetto tecnico viaggia all’unisono con quello caratteriale e finora i risultati ci hanno dato ragione con una salvezza strappata meritatamente sul campo del San Tommaso. Quest’anno partiamo dalla riconferma degli under che sono stati il nostro punto di forza, per poi costruire una buona squadra per raggiungere una salvezza tranquilla”.

Le basi sono senz’altro solidissime, con un Sant’Agnello di grado di fermare le corazzate Sorrento, Ebolitana e Battipagliese. Cosa è mancato per centrare la salvezza con minori sofferenze?

“La qualità del nostro organico non è mai stata in discussione, e la squadra in più occasioni ha impressionato con prestazioni di livello altissimo. Il Sant’Agnello ha fatto spesso risultato contro le corazzate, perché giocavano a viso aperto lasciando spazi e dandoci la possibilità di esprimere al meglio le nostre potenzialità. Abbiamo steccato in troppe occasioni contro compagini del nostro stesso livello, non riuscendo a trovare le giuste contromisure quando i nostri avversari scendevano in campo con foga e fervore”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!