Accademia Calcio Sorrento: Stagione da record, 3 squadre ai play-off regionali

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Accademia Sorrento
L’Accademia Calcio Sorrento è sempre più orgoglio della Penisola, con risultati importanti che proiettano la città del Tasso nel gotha del panorama calcistico regionale. I rossoneri portano infatti ben 3 squadre alle fase play-off regionale, potendo così fregiarsi di essere tra le migliori 5 società campane.
Dopo i Giovanissimi 2002 di mister Borchiellini e gli Allievi 2001 di mister Maddaloni, sono i Giovanissimi 2003 guidati da Maurizio Amato a staccare il tanto agognato pass per la fase post-season. Mai in discussione lo scontro diretto disputato in trasferta sul campo della terza forza del campionato, con l’Accademia che si impone sul Club Napoli per 3-1 qualificandosi per i play-off con una gara di anticipo.
La posta in palio è altissima, ma la partita è spettacolare con ritmi frenetici fin dal fischio d’inizio. I rossoneri sfiorano subito il vantaggio quando Cioffi colpisce la traversa sugli sviluppi di una palla inattiva, con Ferola che manca di un soffio il tap-in vincente da zero metri. La legge del calcio è sempre attuale, ed al primo affondo i padroni di casa sbloccano la gara approfittando di una disattenzione della retroguardia rossonera. Una rete che mette fine all’imbattibilità dell’estremo difensore sorrentino, mai superato nel girone di ritorno con una striscia che si interrompe dopo ben 13 clean sheets consecutivi. L’Accademia non accusa minimamente il colpo, e dopo qualche minuto di assestamento piazza il colpo che riporta la gara in parità: Ferola stacca più in alto di tutti su un corner ben calibrato con l’1-1 che è subito realtà. La squadra di Amato ingrana il turbo: rincorsa di Cacace che crede nel possibile errore del portiere locale, palla recuperata con conseguente atterramento al momento della battuta vincente a porta vuota. Club Napoli in 10 e Cacace con freddezza trasforma dal dischetto portando l’Accademia meritatamente avanti. Nella ripresa i sorrentini alzano ulteriormente il baricentro, trovando poi  il tris grazie ad una perla di capitan Mauriello che scarica una gran conclusione al volo che si insacca all’incrocio alle spalle dell’incolpevole portiere locale.
Un successo fantastico per una società giovane, giunto attraverso organizzazione solida, coordinazione a tutti i livelli e tanta fame.  Impresa raggiunta puntando sui ragazzi del territorio, in linea con un progetto lungimirante e finalizzato alla valorizzazione della realtà costiera. Tutto ciò è stato possibile partendo dal lavoro del Presidente Aprea e dei vice presidenti Ruggiero e Schisano, fino ai consiglieri Castellano e Del Gaudio. Quindi si passa per i responsabili dell’area tecnica La Scala, Maddaloni ed Amato (abili a rifondare il settore giovanile dando nuovamente lustro ai colori rossoneri), Alessandra (segretaria instancabile), i tecnici di settore giovanile e scuola calcio (per l’impegno e la passione messa a disposizione dei giovani atleti), i genitori per i sacrifici e l’entusiasmo che spingono sempre più a perseguire obiettivi ambiziosi, la signora Rosa (fantastica collaboratrice all’interno dello Stadio Italia e prima tifosa dell’Accademia) e Peppe (autentico factotum e persona di grande fiducia e responsabilità). Una sinergia proficua per crescere insieme anno dopo anno.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!