Sant’Agnello:vittoria ad Avellino che vale la salvezza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello corsaro e salvo grazie ad una prestazione strepitosa, la squadra di Nardò compie l’impresa a domicilio del San Tommaso,una vittoria in una  trasferta molto insidiosa che chiude  in  maniera sublime una stagione  caratterizzata da molte difficoltà superate egregiamente grazie alla forza del gruppo che ha  contraddistinto questa squadra che ha sempre seguito le idee del proprio mister,senza mai mollare fino alla fine. Una squadra da molti considerata spacciata e già retrocessa riesce a dimostrare a tutti il suo grande valore e mettere fine ai sogni di gloria degli avellinesi,che comunque sono da applaudire per la grande sportività dimostrata.

Un risultato senza possibilità di replica: il Sant’Agnello supera a domicilio il San Tommaso e rimane in Eccellenza. Sarà, invece, “Promozione” per il San Tommaso. Il primo tempo aveva lasciato ben sperare il folto pubblico giunto al “Roca”: le azioni più pericolose, infatti, sono state tutte di marca locale. Soprattutto in chiusura, con un colpo di testa di Mallardo che sfiora l’incrocio e Siciliano che ha la più ghiotta delle occasioni colpendo centralmente da pochi passi. Nella ripresa invece al 13’ Nocerino elude tutta la difesa locale e, una volta davanti a D’Auria, centra il diagonale della salvezza. Il San Tommaso non reagisce e i costieri ottengono una salvezza che vale davvero oro.

 

San Tommaso D’Auria 5.5, Tucci 5.5 (28’st D’Acierno sv), Costanzo 5.5, Renna, Capaldo 5, Cavallini 5.5, Buonocore 5.5 (6’st Mallozzi 5.5), Ammendola 6, Mallardo 6, Siciliano 5, Muro 5.5.

All. Ciaramella 5.

Sant’Agnello Belviso 6.5, Buonomo 6.5 Ciardiello 6.5, Veniero 6.5, Siniscalchi 7, Longobardi 7, Nocerino 7.5 (35’st Gargiulo sv), Di Capua 7, Cioffi 6.5, Breglia 6.5, Scognamiglio 6.5 (18’st Lauro 6.5).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

All. Nardo 7.

Arbitro: Di Francesco di Ostia Lido 6.

 Rete: 13’st Nocerino.

Note: Allontanato al 43’st Nardo per proteste.

Spettatori circa 500.

Ammoniti: Mallozzi (ST), Ciardiello e Cioffi (SA).

Recupero: 1’pt, 5’st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!