Accademia Calcio Sorrento: A Castel di Sangro trionfano i 2005, finale per tutte le altre categorie

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

castel-di-sangro_L’Accademia Calcio Sorrento dimostra tutta la propria forza anche al di fuori dei confini regionali, ottenendo risultati importanti nella 9° edizione del Torneo Castel di Sangro. I rossoneri si rivelano infatti l’unica squadra in grado di portare 5 squadre in semifinale e 4 in finale al termine di gare palpitanti che hanno scatenato i genitori al seguito, così come il numeroso pubblico presente sugli spalti. I 2005 guidati da mister Astarita si confermano campioni, con un’altra squadra piazzata sul gradino più basso del podio dopo la semifinale in famiglia. I 2004 guidati da mister La Scala regolano l’Amiternina ma sono poi costretti ad arrendersi all’ultimo atto davanti alla forza del Sulmona, mentre i 2006 dopo aver asfaltato i Nero Stellati in semifinale cedono alla Virtus Belsito al termine di un match molto combattuto. Infine i 2008 guidati dal mister Borchiellini passeggiano sul Castel di Sangro ma la gara per il titolo è stregata con il Teramo ad avere la meglio per 5-3. Il bilancio è indubbiamente positivo, con i ragazzi che crescono giorno dopo giorno aggiungendo una nuova tappa al percorso formativo e di confronto, attraverso esperienze sempre nuove.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!