FINALE DI CAMPIONATO, AMBIZIONI DI SECONDO POSTO PER IL NAPOLI

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
E' sbocciato il Napoli di Maurizio Sarri (foto Romano)

E’ sbocciato il Napoli di Maurizio Sarri (foto Romano)


La Roma pareggia con l’Atalanta, il Napoli
batte l’Udinese 3 a 0 e riapre a tutti gli effetti la lotta per il secondo posto che qualifica alla Champions League senza passare dai preliminari: è il riassunto dell’ultimo turno di Serie A. Sarà proprio il duello a distanza tra Napoli e Roma l’argomento più interessante di queste ultime sei giornate di campionato, con gli azzurri di Sarri che viaggiano sulle ali dell’entusiasmo per gli ultimi risultati positivi.

I giallorossi di Spalletti hanno ancora due punti di vantaggio sui partenopei, ma dovranno fare i conti con un calendario più impegnativo. Con 18 punti in palio la Roma dovrà affrontare Lazio, Milan e Juventus mentre il Napoli sulla carta avrà una sola sfida davvero difficile, quella del 30 aprile contro l’Inter. 30 aprile in cui è previsto il derby di Roma e che rischia di diventare la data spartiacque dell’intera stagione.

Con la Juventus in fuga a +8 sulla Roma e a +10 sul Napoli, l’obiettivo secondo posto sembra quello più alla portata della squadra di Sarri. Quasi impossibile l’aggancio alla Juve, con BetStars che quota la vittoria finale della squadra di Allegri a 1.02, quella dei giallorossi a 11 e quella dei partenopei a 26. La differenza di quote tra Napoli e Roma si sta tuttavia assottigliando, a testimonianza del fatto che Hamsik e compagni hanno ancora molte speranze di raggiungere per il secondo anno consecutivo la qualificazione diretta all’Europa che conta. Un obiettivo che dopo l’ultimo turno sembra sempre più vicino.

La classifica attuale recita: Roma 72 punti, Napoli 70. I giallorossi sembrano favoriti per l’esiguo vantaggio in classifica, ma il momento attuale sorride più agli azzurri che alla squadra di Spalletti, la cui permanenza sulla panchina della Roma sembra sempre meno sicura. Il Napoli sta bene sia sul piano della condizione che del gioco, ed è riuscito a guadagnare due punti fondamentali per credere in una rimonta che sembrava impossibile fino a poche giornate fa.

Il secondo posto è un traguardo importante per la programmazione della prossima stagione. Uscito a testa alta da Coppa Italia e Champions League contro Juventus e Real Madrid, il Napoli avrebbe la concreta possibilità di continuare nel percorso di crescita iniziato con Sarri, che l’ha portato a competere alla pari contro i top team europei.

Secondo posto o non secondo posto, gli azzurri sono comunque migliorati sia a livello di collettivo che di spirito di squadra. In una stagione iniziata con lo shock del passaggio di Gonzalo Higuain ai rivali della Juventus, il crollo era dietro l’angolo. A maggior ragione dopo il grave infortunio che ha tolto di mezzo dopo poche giornate il polacco Milik, acquistato proprio per sostituire il Pipita. Poteva essere uno psicodramma, ma Sarri si è rimboccato le maniche, è rimasto tranquillo e con l’invenzione di un Mertens formato Scarpa d’Oro come centravanti è riuscito a far realizzare alla sua squadra più reti dello scorso anno, distribuendo in parti uguali le responsabilità realizzative. Basti pensare che il Napoli è l’unica squadra nei principali campionati europei ad avere ben 4 giocatori in doppia cifra: Insigne, Hamsik, Callejon e, appunto, Mertens.

Per effettuare il definitivo salto di qualità saranno fondamentali gli introiti che potrebbero arrivare dalla qualificazione diretta alla Champions e una gestione del mercato incentrata sulla ricerca di acquisti mirati e funzionali al gioco dell’allenatore toscano. Obiettivo numero uno l’inserimento in rosa di un portiere di esperienza e affidabilità per dar fiato a un Reina ogni tanto alle prese con guai fisici. Servirà poi intervenire per rinforzare una difesa in cui i ricambi non si sono sempre dimostrati all’altezza dei titolari e capire se Koulibaly, sempre al centro di insistenti voci di mercato, vestirà la maglia azzurra nella prossima stagione.

Praticamente a posto gli altri reparti in cui si lavorerà per far crescere ulteriormente giovani di sicuro avvenire come Rog e Zielinski e per far tornare i centravanti Milik e Pavoletti al massimo dell’efficienza fisica.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!