San Tommaso-Sorrento 3-1, Le dichiarazioni del mister Coppola nel post-partita

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

coppola-press-conferenceQueste le dichiarazioni del mister Maurizio Coppola in conferenza stampa post-partita.

“Nel calcio le partite si vincono facendo gol. La prima frazione di gioco ci ha visto creare almeno 4/5 nitidissime occasioni, colpire due legni con la porta irpina che sembrava stregata. Nella ripresa siamo riusciti a passare in svantaggio da un corner a favore, con la complicità di alcuni errori individuali. Poi, nonostante l’inferiorità numerica, eravamo riusciti a trovare il gol del pari con Cioffi e sulle ali dell’entusiasmo abbiamo sfiorato il 2-1 con Vitale e Minicone. Infine ulteriori ingenuità ci hanno fatto incassare 2 reti in 2 minuti regalando al San Tommaso l’intera posta in palio. È inutile nascondersi, questa squadra manca di carattere e lontano dallo Stadio Italia la squadra non riesce ad affrontare le partite con il piglio giusto. Non si può sprecare così tanto, ed è impensabile avere il pallino del gioco per tutti i 90 minuti: nei momenti clou la gara andava gestita diversamente, anche in relazione ai nomi importanti che abbiamo in organico. Nel momento in cui stavamo alzando la pressione abbiamo incassato il gol e da lì è nata una partita totalmente diversa”.       

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!