L’uragano rossonero travolge la Rus Vico: 7-1 allo Stadio Italia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

sorrento-rinascita-vicoLa legge dello Stadio Italia è spietata e implacabile, ed il Sorrento mette immediatamente alle spalle un periodo complicato sommergendo di reti la malcapitata Rinascita Vico. Savarese e Marcucci timbrano 2 volte il cartellino, seguiti a ruota da Scarpa, Minicone e Vitale che fissano il risultato sul 7-1. 11 vittorie e 2 pari in 13 gare disputate nell’impianto di Via Califano: un bottino incredibile che permette al Sorrento di mantenere a 6 punti il distacco dal Faiano (quinto in classifica) in chiave play-off.

Savarese sfiora subito il vantaggio con una conclusione a giro che esce di un soffio alla destra di Robustelli. Sono soltanto le prove generali per l’esterno rossonero, che controlla un pallone d’oro servitogli da Scarpa per beffare l’estremo difensore vesuviano in uscita. All’8’ Minicone chiude una triangolazione con Scarpa, aggira il portiere e calcia trovando un incredibile doppio palo a portiere battuto: Vitiello irrompe per il tap-in vincente ma in posizione irregolare. Passano soltanto 60 secondi, e Scarpa trova subito il raddoppio incornando su cross dalla destra di un Savarese inarrestabile sulla corsia destra. Al 15’ gli ospiti accorciano le distanze con una perfetta punizione dai 20 metri firmata Maschio che si insacca all’incrocio dove Pezzella non può arrivare. Esposito Lauri prova la bordata dalla distanza, ma trova soltanto i guantoni di Robustelli per la deviazione in corner. Savarese batte corto per Vitiello, magica palla di esterno che attraversa tutta l’area piccola senza che nessuno riesca a trovare l’impatto per la girata vincente. Al 20’ il Sorrento cala il tris: Scarpa lancia Minicone, pennellata per l’inserimento di Savarese che gonfia la rete salendo a quota 9 in classifica marcatori. La squadra di Maurizio Coppola affonda il colpo dopo appena 120 secondi, sfondando nuovamente sulla corsia destra: Vitiello verticalizza per Paradisone, palla tesa per Marcucci che brucia sul tempo i centrali vesuviani e batte nuovamente Robustelli. Minicone va via in slalom, palla per Esposito Lauri che dal limite calcia tra le braccia del portiere. Al 35’ perfetto terzo tempo di Marcucci su corner di Bolzan con la sfera che centra in pieno la traversa. Un giro di lancette più tardi Savarese si inventa una traiettoria meravigliosa per la progressione di Minicone alle spalle di Giordano: delizioso pallonetto sull’uscita di Robustelli e palla in fondo al sacco per il 5-1 con cui si chiude la prima frazione di gioco.
La ripresa è pura accademia. Tiro-cross di Paradisone al 51’ che esce oltre la trasversale, mentre Scarpa non riesce ad approfittare di un’uscita avventata del portiere, salvato da Bracale che spazza in fallo laterale. Marcucci di testa è immarcabile: inzuccata su cross di La Mura e palla fuori di un nulla. Al 78’ Vitiello trova un filtrante per Vitale, pallonetto con il contagiri a scavalcare il portiere per far esultare nuovamente il pubblico dello Stadio Italia. Minicone fa il bello e il cattivo tempo sulla sinistra, mette a sedere Maffettone e libera Marcucci: controllo, tiro in un fazzoletto e pallone sul fondo. All’85’ Scarpa chiude un uno-due con Marcucci, palla per Vitiello all’altezza della lunetta, sassata di rara potenza che fa tremare la traversa con Robustelli di ghiaccio. Il Sorrento non è ancora sazio, ed al minuto 88 va a segno per la settima volta. Vitiello vede un altro corridoio impensabile per Scarpa, che dal centro converge verso sinistra per poi calciare con potenza verso la porta dei vesuviani. La sfera si ferma per l’ennesima volta sulla traversa, Marcucci è lesto a tuffarsi per mettere nuovamente la propria griffe sulla gara. Per l’attaccante rossonero è il gol numero 13, confermandosi top-scorer dell’esercito di mister Coppola.

SORRENTO – RINASCITA VICO 7-1

Reti: 3’ pt Savarese (S), 9’ pt Scarpa (S), 15’ pt Maschio (R) 20’ pt Savarese (S), 22’ Marcucci (S), 35’ pt Minicone (S), 33’ st Vitale (S), 43’ st Marcucci (S)

SORRENTO (4-3-3) Pezzella; Paradisone, Cioffi (10’ st La Mura), Arpino, Bolzan; Esposito Lauri (9’ st Esposito L.), Vitiello, Scarpa; Savarese (1’ st Vitale), Marcucci, Minicone.
A disp: Santaniello, Ammendola, Serrapica, Favetta.
All: Coppola

RINASCITA VICO: Robustelli; Giordano, Bracale, Pinchera, Di Palma; Maffettone, Allocca (28’ st Mormile), Maschio, Ascione (1’ st Marulli); Barone, Di Sarno (32’ st Esposito G.).
A disp: Beneduce, Grieco, Ferone, De Maria.
All: Lombardi

Arbitro: Costantino Cardella di Torre del Greco (Savino/Iannaccone)

Note: Ammoniti: Barone (R), Ascione (R), Maschio (R), Bolzan (S). Corner: 6-4. Recupero: 0’ pt, 2’ st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!