Polisportiva Vico Equense 1DIV.: Il ritorno si apre con una vittoria

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

pol vico nuovaContinua a marciare senza sosta la Polisportiva Vico Equense che dimostra ancora una volta la sua forza tra le mura amiche evidenziando un calo di concentrazione solo nel primi minuti del terzo quarto. Città Vesuviane alla sua seconda trasferta in costiera arrivava all’incontro con la Polisportiva con grande motivazione dopo la gara persa sul campo della Fortitudo solo due turni fa. Per la polisportiva, invece, situazione diametralmente opposta con i 2 lunghi titolari, Catuogno ed Esposito, fuori per infortunio oltre a  Perillo non al top appena ritornato nei ranghi.

Partita che inizia male anche per motivi logistici con il campo di via Madonnelle che a due ore dall’inizio della gara è completamente allagato con la società costiera costretta agli extra con la stessa squadra intenta a rendere il terreno di gara in condizione di sostenere il match. Nonostante tutto questo la Polisportiva trova le forze per una partenza sprint che concede lo strappo già nei primi minuti. Gargiulo è in grandissima serata e con 2 triple di fila firma il primo parziale per la formazione di coach Di Martino.

Anche la difesa gira perfettamente concedendo davvero poco agli ospiti; primo quarto che si chiude con la doppia cifra di vantaggio per la Polisportiva sul 23-8. La seconda frazione vede ancora la polisportiva tentare lo strappo decisivo, con coach Di Martino che aziona le rotazioni e alza la pressione sul play avversario Busiello limitando molto gli attacchi degli ospiti. Per i padroni di casa Gargiulo continua a segnare con continuità ed in ogni circostanza che gli si presenta.

All’intervallo lungo il punteggio è di 39-18 con Gargiulo già a 22 punti. Nella seconda metà di gara, la polisportiva rientra molle in in campo mentre gli ospiti alzano la pressione difensiva e cominciano a recuperare. In quel momento esce il gruppo, la Polisportiva ricomincia a giocare compatta e macinare gioco mantenendo un buon vantaggio amministrato ancora meglio nell’ultima frazione fino al 67 -46 finale che vede la Polisportiva ancora in piena corsa promozione a pari punti con la Fortitudo Sorrento, con Ercolano ancora prima in classifica con una sola vittoria in più.

Queste le parole dopo il career high di Gargiulo assoluto MVP di giornata: “Era una partita importante da vincere e nonostante gli infortuni siamo riusciti a portarla a casa. Grazie ad una difesa molto forte sul loro play, contenuto in maniera perfetta da Colledonico, siamo riusciti a contenerli. In attacco sono entrati molti tiri anche quelli più difficili e ora bisogna pensare alla prossima trasferta, abbastanza complicata”.

Risultato finale: 67-46

Parziali: (23-8)(16-10)(12-15)(16-13).

Polisportiva Vico Equense: esposito sansone 0, gargiulo f 38, di martino 7, colledonico 0, maresca 5, ferraro 0, vitale 5, la manna 0, perillo 7, acone 5.

Francesco Vazza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!