Pari beffardo, a Castel San Giorgio finisce a reti bianche

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

5° gara consecutiva conclusa mantenendo la porta rossonera chiusa a doppia mandata, ma questa volta non basta per conquistare l’intera posta in palio. Contro il Castel San Giorgio la squadra guidata da Maurizio Coppola non va oltre il pari a reti bianche, e recrimina per le tante occasioni non concretizzate. Su tutte un calcio di rigore conquistato da Vitale e fallito da Scarpa a 16 minuti dal termine che poteva cambiare il corso della gara. Poi ci pensa un Cesarano in giornata di grazia a negare al Sorrento la gioia della vittoria.

Al 2′ i padroni di casa si fanno pericolosi con un cross dalla destra di Matrone, sul quale Cioffi fa buona guardia anticipando Romano con ottima scelta di tempo. Poco dopo Marcucci svetta più alto di tutti su una rimessa a lunga gittata di Bolzan, impegnando Cesarano alla parata in due tempi. Quindi Savarese batte un corner corto, scambia con Esposito Lauri e va alla conclusione sul primo palo trovando i guantoni del portiere. Al 12′ Pezzella dà sfoggio di grande elasticità, volando a deviare in angolo un’insidiosa punizione dai 20 metri di Ferrentino. Esposito Lauri ci prova dalla distanza, mentre Marcucci inzucca su perfetto assist di Savarese trovando nuovamente l’opposizione del portiere rossoblù.Il Castel San Giorgio prova a mettere la testa fuori dal guscio: Ferrentino per Siano, aggancio a seguire con Cioffi che spazza il pallone in fallo laterale. Al 29′ Ferrara sfiora il vantaggio con un bolide dai 30 metri che esce di un soffio alla destra di Pezzella. Al 32′ Marcucci si guadagna una punizione dal limite spostata sulla sinistra, Scarpa prova a sorprendere Cesarano calciando rasoterra: la sfera passa sotto la barriera, ma complice una deviazione si perde in angolo. 120 secondi più tardi Marcucci prende l’ascensore per impattare un cross teso di Scarpa ma non inquadra la porta. Al 42′ Vitiello in verticale per Scarpa, destro al volo di un soffio fuori alla destra del portiere.
Al 48′ Romano si coordina perfettamente su lancio di Ferrara, destro al volo che fa la barba al palo con Pezzella battuto. La squadra di Maurizio Coppola replica immediatamente con una bordata di Esposito Lauri che non impensierisce Cesarano. Al 63′ Sorrento vicinissimo al vantaggio: punizione di Scarpa sulla barriera, Bolzan si avventa sulla ribattuta e rilascia un sinistro velenoso che l’estremo difensore salernitano mette con la punta delle dita in corner. Poco dopo splendida apertura di Favetta per Scarpa,  che salta secco il suo marcatore e pennella per Marcucci la cui conclusione viene contrata da una linea difensiva che mantiene sempre alta la concentrazione. Al 73′ Esposito Lauri vede un corridoio per Vitale, che al momento della battuta a rete viene trattenuto vistosamente da Terlino: rosso diretto e massima punizione per la squadra costiera. Dal dischetto si presenta capitan Scarpa, che calcia alla destra di Cesarano che si distende e respinge la sfera salvando il risultato. Per il bomber rossonero si tratta del primo errore dagli 11 metri dopo 6 perfette esecuzioni. Al 79′ Marcucci vede con il terzo occhio il taglio di Vitale, che conclude di prima intenzione costringendo Cesarano ad un colpo di reni per alzare sopra la traversa un pallone diretto nel sette alla propria sinistra. Dopo una conclusione fuori misura di Maio, Favetta controlla sul vertice sinistro dell’area di rigore, converge verso il centro e prova il tiro a giro senza fortuna. Al 90′ Pezzella salva il risultato su un diagonale di Siano da distanza ravvicinata, mentre nei minuti di recupero il Sorrento dispone di due buone occasioni per indirizzare diversamente la gara. Un lancio lunghissimo di Cioffi finisce nei radar di Favetta, anticipato dell’estremo difensore rossoblù in uscita. Infine è ancora l’asse Marcucci-Vitale a creare più di un grattacapo alla retroguardia salernitana. Vitale riceve da posizione defilata sulla destra, gran botta a incrociare che sibila il palo alla destra di un Cesarano che può solo appellarsi alla buona sorte.

Queste le dichiarazioni del mister Maurizio Coppola nel post-gara. “Abbiamo privilegiato i lanci lunghi soprattutto in virtù della disposizione tattica del Castel San Giorgio. Inoltre le dimensioni del Domenico Sessa non ci hanno per nulla agevolato, visto che si tratta di un campo molto più corto e stretto rispetto agli standard a cui siamo abituati. In queste condizioni i cambi di gioco diventano più complicati, ma questo non deve suonare ad alibi. Abbiamo creato diverse palle gol nitidissime, fallito un calcio di rigore e rischiato pochissimo più per demeriti nostri che per meriti della squadra rossoblù. Dobbiamo continuare a guardare avanti con fiducia, e vedremo le prossime partite cosa ci diranno. C’è da migliorare nella gestione dei momenti clou delle singole gare, ed evitare di farsi prendere dal nervosismo come successo dopo il rigore sbagliato da Scarpa. Gli ultimi 15 minuti sono stati molto confusionari: pur avendo ben 5 attaccanti in campo siamo andati pochissimo sulle corsie esterne, riuscendo a mettere poche palle dentro l’area per cercare la giocata vincente. Accettiamo il verdetto del campo, e da martedì iniziamo a preparare con la consueta fiducia la gara contro il Valdiano”. 

CASTEL SAN GIORGIO-SORRENTO 0-0

CASTEL SAN GIORGIO  (3-5-2) Cesarano; Terlino, Romano, De Luca; Nocerino A., Ferrara, Maio, Siano, Matrone; Ferrentino (45′ st Nocerino M.), Romano (32′ st Vitiello Antonio).

A disp: De Luca, Ferrauto, Guariniello, Di Marino, Napolitano.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

All: Amarante

SORRENTO  (4-3-3) Pezzella; Paradisone, Cioffi, Terracciano, Bolzan (33′ st Minicone); Esposito Lauri, Vitiello Aniello, Fontanarosa (23′ st Vitale); Savarese (11′ st Favetta), Marcucci, Scarpa.

A disp: Santaniello, Lombardi, Gargiulo, Serrapica.

All: Coppola

Arbitro: Giuseppe Maria Manzo di Torre Annunziata  (Castiglione/Scuotto)

Note: Espulso: Terlino (C) al 28′ st per chiara occasione da gol. Ammoniti: Terracciano (S), Fontanarosa (S), Romano (C), Ferrara (S), Esposito Lauri  (S), Matrone (C), Vitale (S). Corner: 1-5. Recupero: 1’pt, 5′ st. Scarpa (S) fallisce un calcio di rigore al 29′ st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!