Positano beffato nel finale a Solofra

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

guarracinoSolofra. Il Solofra rialza la testa e torna al successo dopo oltre due mesi di astinenza, nei quali aveva messo insieme appena due punti in sei partite. A piegarsi alla “fame” dei conciari è stato il San Vito Positano, che invece era reduce da un ottimo periodo, tanto che nelle ultime dieci uscite si era inchinato solo alla capolista Ebolitana. Gara poto spettacolare, quella del “Gallucci”, giocata su un campo ai limiti della praticabilità a causa delle basse temperature, che avevano reso almeno inizialmente ghiacciato il terreno di gioco. I padroni di casa hanno provato subito la partenza lanciata, con una grande occasione già al 1’, quando Shvets di testa ha chiamato Munao a una complicatissima parata per salvare lo 0-0. Poi però gtli irpini, nonostante una maqggiore iniziativa, si sono un po’ spenti, favorendo la tenuta del San Vito. Che intorno alla mezz’ora ha anche trovato una buona fiammata con Porzio, il cui tiro dalla distanza è però stato disinnescato da Giliberti. Chiuso il primo tempo a reti inviolate, la ripresa sembrava dover ricalcare quanto successo nei primi 45 minuti. La prima mezz’ora, infatti, al di là di tanta buona volontà del Solofra non offriva grossi spunti. Al 37’, però, d’improvviso, da un calcio d’angolo battuto da Liguori, Arzeo è riuscito ad anticipare tutti di testa e incrociare sul secondo palo, dove Munao non poteva arrivare. Nel finale il San Vito ha tentato il tutto per tutto, ma è stato il Solofra, in contropiede, a sfiorare due volte il raddoppio con Del Grande.

Solofra – San Vito Positano 1-0
Solofra: Giliberti 6.5, Tornatore 6, Izzo 6.5, Arzeo 7, Troisi 6.5, Avallone 6, Rapolo 6 (25’st Del Grande 6), Liguori 6.5, Shvets 6.5, Spina 6, Solazzo 6. All. Messina 6.5.
San Vito Positano
Positano:Munao 6.5, Schiavone 5.5, Mozzillo 6, Biondi 5.5, Vallefuoco 5.5, Autiero 6, D’Alesio 6, Cappiello 6, Pagano 5.5 (32’st Maione sv), Porzio 6 (25’st Donnarumma sv, 40’st Vacca sv), Cascone 5.5. All. Guarracino 6.
Arbitro: Rapuano di Benevento 5.
Rete: 37’st Arzeo.
Note: Ammoniti Cappiello, Porzio (SV), Arzeo e Izzo (S).

Fonte Il Mattino

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!