Verso Sorrento-Palmese, Babù: “Sfida interessante tra due squadre che esprimono un bel gioco”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Anderson Rodney de Oliveira. Per tutti Babù, esterno alto rapido e fantasioso scoperto da Zdenek Zeman nel corso di un torneo amichevole tenutosi a Roma. Il boemo lo ritiene fondamentale per l’attuazione dei propri schemi offensivi, e la vuole con sé a Salerno in Serie B nel 2001. Una carriera importante, impreziosita anche da 4 reti in A con la maglia del Lecce.  Negli ultimi anni Babù è ripartito dalle categorie dilettantistiche campane trovando motivazioni sempre nuove per dare una scossa alla propria carriera calcistica. L’attaccante brasiliano difende adesso i colori della Palmese, ed ha già realizzato una rete alla Picciola ed una doppietta alla Rinascita Vico: gol pesanti che son valsi 6 punti alla squadra guidata dall’ex compagno Soviero. La Palmese si trova in questo momento in piena zona play-off, a 1 punto dalla Battipagliese che occupa il 5° posto alle spalle di Ebolitana, Sorrento, Faiano e Cervinara. Domenica pomeriggio va in scena una sfida sulla carta proibitiva contro il Sorrento di Maurizio Coppola, in serie positiva ed all’inseguimento della capolista Ebolitana.

Arrivi nel calcio professionistico grazie all’intuizione di Zeman che ti nota durante un torneo amichevole a Roma. Un maestro di calcio, con il quale hai lavorato sia a Salerno che a Lecce. Che rapporto hai avuto con lui e quanto i suoi insegnamenti hanno contribuito alla tua crescita tecnico-tattica?

“Posso dire che dopo aver lavorato per 4 anni con il tecnico boemo, si è creato un rapporto di amicizia che va al di là del semplice aspetto calcistico. Ho imparato tantissimo da lui: una scuola di calcio davvero importante per la mia carriera”.

Esordio in Serie A con la maglia del Lecce e primi gol pesanti, con una doppietta che permette ai salentini di sfiorare la vittoria sul campo della Lazio. Che ricordi hai di quei momenti?

“Anche in questo caso devo sempre ringraziare il mister Zeman per avermi dato l’opportunità di calcare i campi più prestigiosi della Serie A. Ha creduto sempre tanto nelle mie potenzialità, e sono convinto di aver ricambiato con prestazioni all’altezza sul terreno di gioco. Poi è chiaro che tutti questi sono ricordi sempre piacevoli da ricordare e raccontare”.

Hai affrontato 2 volte da avversario il Napoli a Fuorigrotta, prima con la maglia della Salernitana e poi con quella del Venezia in Serie B. Nell’anno della retrocessione in C dei granata derby elettrico al San Paolo, con un tuo gol per il momentaneo 1-1 ma vittoria finale dei partenopei per 2-1. Le tue sensazioni, seppur da avversario, di uno stadio che contava più di 40.000 persone nonostante una classifica deficitaria per entrambe le squadre.

“È inutile nascondere che giocare al San Paolo, anche se da avversario, è sempre un piacere immenso per qualsiasi calciatore. La mia rete dell’1-1 resta senz’altro un ricordo speciale nella mia carriera, anche se mi dispiace aver segnato proprio alla squadra per cui faccio il tifo. Vivo a Napoli, sono un supporter della squadra partenopea di cui ammiro il gioco splendido che riesce ad esprimere in campo”.

Cosa ti ha spinto quest’anno ad accettare il progetto tecnico della Palmese?

“Fondamentalmente a inizio stagione mi trovavo senza squadra, anche perché avevo rifiutato almeno 7/8 situazioni che non mi piacevano. Ho ricevuto la chiamata del mister Soviero, con il quale in passato ho condiviso le esperienze a Salerno e Venezia, ed è stato facile accettare provando così a dare il mio contributo alla causa della Palmese. Inoltre non avendo ancora acquisito la cittadinanza italiana, sono costretto a giocare in categorie dilettantistiche e credo che Palma Campania sia stata la scelta giusta”.  

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Dal Sorrento a Sorrento. Il tuo esordio con la maglia della Palmese è giunto proprio nella gara di andata, vinta dalla tua squadra in rimonta per 2-1. Con il crescere della condizione, stai man mano dando un contributo importante alla tua squadra.

“Credo che stiamo facendo abbastanza bene, anche se c’è ancora tutto il girone di ritorno da disputare e tantissimi punti ancora in palio. Siamo sulla strada giusta, pur essendo consapevoli che domenica ci aspetta una trasferta molto impegnativa sul campo del Sorrento. Andremo lì per fare il nostro gioco con umiltà e determinazione, perché sappiamo di affrontare probabilmente la squadra più forte dell’intero girone. Oltre agli 11 calciatori che il mister costiero deciderà di schierare dal primo minuto, il Sorrento ha una rosa talmente ampia e competitiva che qualsiasi elemento può entrare dalla panchina e cambiare volto alla partita”.

La tua squadra arriva al match contro il Sorrento forte di 4 risultati utili consecutivi. Può essere un punto di forza in vista di un match sulla carta piuttosto complicato?

“È evidente che quando si vince c’è sempre maggiore entusiasmo, però dobbiamo restare sempre con i piedi ben piantati a terra perché siamo consapevoli  di giocare contro una vera e propria corazzata. Non possiamo permetterci distrazioni, per cui sarà fondamentale andare a Sorrento e giocare con umiltà provando a esprimere il nostro gioco”.

Sorrento-Palmese è anche la sfida tra i 2 migliori attacchi del campionato: 33 reti per il Sorrento e 28 per la Palmese. I numeri promettono una gara divertente e molto spettacolare.

“Parliamo di due compagini che amano raggiungere i risultati attraverso un gioco fluido e piacevole. Entrambe dispongono di attaccanti dal curriculum importante, in grado di finalizzare la grande mole di occasioni create dalle rispettive squadre, per cui credo non sia un caso che Sorrento e Palmese siano squadre letali in fase offensiva”.

La Palmese ha affrontato sia Sorrento che Ebolitana tra le mura amiche: vittoria in rimonta contro il Sorrento, e sconfitta maturata soltanto nel finale al cospetto dell’Ebolitana. Qual è la tua impressione sulle due squadre in lotta per la promozione diretta?  

“Sorrento ed Ebolitana sono senza ombra di dubbio le squadre più forti del Girone B di Eccellenza. Abbiamo affrontato i rossoneri ad inizio campionato, per cui non potevano ancora essere al top della condizione. Al contrario ospitammo gli eburini quando avevano messo più partite nelle gambe ed erano ancora più convinti dei propri mezzi poichè occupano già la vetta della classifica. Ritengo però il Sorrento più attrezzato, e credo che assisteremo ad un girone di ritorno molto intenso che può riservare ancora grosse sorprese”.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!