La Folgore rischia il colpaccio, Latina spegne il sogno

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

IMG_0475Due ore e mezza di battaglia senza esclusione di colpi. Non solo la varietà sfoderata dai 24 contendenti, ma anche quelli di scena andati in onda sul palcoscenico di Latina.
La Folgore Massa sfiora l’impresa.
Si porta avanti di due set a zero sulla capolista, viene rimontata d cede solo al tie break.
“Il tabellino dice che ha vinto la capolista Latina, la realtà è che ha vinto il nostro magnifico sport! “.
Questo il commento del dirigenza biancoverde sulla propria pagina Facebook. Un post. Ne non lascia trapelare rammarico, ma tanto entusiasmo.
” 150 minuti di emozioni, adrenalina e magnifico volley con la nostra Folgore che per due set e mezzo ha messo sotto la corazzata Hydra come nessuno mai aveva fatto quest’anno”, si evidenzia in casa biancoverde, “Tra Yuri e Luca Testagrossa grande spettacolo sotto rete, senza vinti e vincitori”.
Non solo entusiasmo, ma un pizzico di rammarico viene fuori, “Archiviamo una straordinaria partita dove paradossalmente mai avremmo pensato di portare a casa una valigia di rimpianti. Ma, qualcosa ci dice che sarà l’ultima perché questa Folgore non vuole fermarsi più”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!