Fortitudo basket Sorrento – Polisportiva Vico Equense: Le parole dei protagonisti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

pol vicoAndato in archivio, il derby della costiera di prima divisione fra Fortitudo Basket Sorrento e Polisportiva Vico Equense ha lasciato spazio alle parole di alcuni protagonisti del match. Per la formazione guidata da coach Cascella, ha analizzato la prestazione dei suoi il capitano Davide De Martino uomo simbolo di questa vittoria soprattutto sul lato difensivo del campo: “Prima di tutto sono molto soddisfatto della prestazione e molto contento di aver vinto la partita. Sul piano tecnico la gara credo sia durata 20 minuti non di più, dal terzo quarto abbiamo imposto i nostri ritmi e in apertura di secondo tempo l’abbiamo praticamente chiusa; loro hanno provato ad innervosirci ed usare mezzi leciti e non, ma questo gli si è solo rivoltato contro. Partita dopo partita facciamo passi avanti sul piano del gioco e credo che lavorando ancor di più sulla difesa sarà dura per tutti affrontarci. Coach Cascella sta facendo un ottimo lavoro, soprattutto sul piano mentale. Colgo l’occasione per ringraziare chi è venuto a sostenerci, i ragazzi dell’under ci hanno dato una grossa mano con il loro tifo. Ora testa alle prossime partite!”. Tanta amarezza invece, per la Polisportiva che attraverso le dichiarazioni di Marco Vitale, ritornato proprio in occasione del derby a calcare il parquet dopo un lungo stop per infortunio, lascia trasparire voglia di ripartire da subito e anche qualche recriminazione:“Erano 22 mesi che non giocavo una partita ufficiale dopo gli infortuni ai legamenti prima del ginocchio e poi della caviglia. E’ stato un peccato tornare in occasione di una sconfitta ma posso dire che tutta la squadra ha dato il massimo e le assenze di 2 titolari, in particolar modo del top scorer del campionato, si sono fatte sentire. Ora testa agli allenamenti poiché il campionato continua e dobbiamo rifarci subito domenica prossima”. A parlar per la Polisportiva ci ha pensato anche coach Di Martino, che a mente fredda prova ad analizzare la prestazione dei suoi:“Abbiamo giocato con temperature proibitive ma volevamo giocarla nonostante ciò e nonostante le nostre assenze. La partita l’abbiamo persa non tanto sul campo quanto sul piano ambientale lasciandoci prendere dalla troppa foga. Questo ci ha fatto perdere di vista l’idea di pallacanestro che stiamo costruendo. Non discuto dei singoli episodi perché alcuni sono decisamente sopra le righe ma ritengo che i nostri avversari hanno giocato bene: sono stati ben messi in campo con molte possibili soluzioni al loro arco. Ritengo però che se questo è tutto il loro potenziale al ritorno ci sarà poca storia perché nonostante noi abbiamo giocato veramente male siamo stati in partita fino alla fine recuperando anche un passivo di -20. Al ritorno i miei ragazzi sapranno fare molto meglio. Il campionato ora entra nel vivo, una sconfitta non pregiudica nulla a patto che ci serva da lezione, non ho dubbi in merito.” 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!