Sorrento: Intensità e lavoro la ricetta di Coppola

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

IMG_0443Massima intensità e inizio di lunedì per il 2017 del Sorrento targato Maurizio Coppola.
Tutto concentrato in una sola metà campo per dare sprint a iosa e giocate sotto pressione ai suoi ragazzi.
Il tutto in vista dell’Ebolitana che mercoledì sarà di scena all’Italia per la semifinale di andata della Coppa Regionale.
I costieri si giocano una fetta importante di qualificazione all’ultimo atto della rassegna nazionale.
Il nuovo tecnico è alle prese con gli infortuni. Almeno tre dovrebbero alzare bandiera bianca per la sfida con i bianco azzurri di Nastri. Si tratta di Scarpa, Esposito Lauri e Terracciano.
Un elemento per reparto che spinge Coppola a mischiare le carte in allenamento.
I rossoneri hanno scelto di evitare amichevoli nel corso delle vacanze per dedicarsi al lavoro. Silenzio massimo ed allenamenti per massimizzare i nuovi concetti di gioco dell’allenatore ex Gragnano.
Agli infortunati Coppola dovrà aggiungere anche la defezione dello squalificato Cioffi. Il centrale deve scontare la giornata di squalifica comminata dal giudice sportivo dopo Cervinara-Sorrento.
Regna la massima incertezza sul primo undici del nuovo corso.
Due settimane di attività agli ordini attenti del sergente di ferro Di Maio. Uno sprone costante durante le sezioni di allenamento riservate solo al fisico.
La strada intrapresa da Coppola punta molto sull’intensità e sui tempi di gioco. Risvegliare la scintilla e non mollare mai su nessun pallone sono le parole d’ordine.
Tutti gli allenamenti sono stati seguiti dalla costante presenza della società. Patron Giglio non ha lesinato impegno. Sempre al campo a parlare con il direttore sportivo Ottobre, il mister ed i suoi ragazzi.
Un segno di vicinanza chiaro e tangibile. Insomma, non si molla di un centimetro, perché la coppa può rappresentare uno sbocco fondamentale per il salto di categoria.
Il Sorrento non pensa solo alla coppa, ma ha chiara la mission impossible per recuperare gli otto punti di distacco dall’Ebolitana. La sfida ai salernitani è lanciata e nessun tentativo di rimonta sarà lasciato al caso.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!