Poseidon: Antonio Mario lascia la carica di presidente

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

poseidon teamQueste le parole di  Antonio Mario dopo la decisione sofferta di lasciare la presidenza della Poseidon a cui ha dato tanto e che, come lui stesso dice tra le righe, lascia in buone mani:

“Così come in tutte le belle storie prima o poi si arriva all’epilogo e dalla fine del mese di ottobre ho deciso di cedere la carica di Presidente del Poseidon Team a.s.d. Non è stato facile prendere una simile decisione e non è nemmeno semplice scriverlo e renderlo pubblico rendendo, così, ufficiale la mia scelta. Era tempo che avvenisse tale cambiamento per svariati motivi: in primo luogo perché il Poseidon, che ho visto nascere, è stato un Team capace di raggiungere traguardi inaspettati e di elevata caratura, basti ricordare gli otto titoli di Campioni d’Italia raggiunti in più discipline e le numerose vittorie di gare selettive e regionali, non dimenticando anche un record italiano nel settore Tiro al bersaglio subacqueo. In secondo luogo la mancanza di tempo dovuta agli impegni lavorativi che mi vedono sempre più coinvolto e la voglia di dedicare il poco tempo libero esclusivamente alla famiglia. L’Assemblea degli associati ha deciso di affidare la conduzione del sodalizio ad un giovane e mai decisione è stata più giusta, era proprio questo che bisognava ricercare, nuove energie e voglia di fare, si tratta di Antonio Apuzzo, ragazzo che affiancherò sino alla fine del 2016 per rendergli un avvio il più efficiente possibile, a lui vanno i miei migliori auguri. Voglio ringraziare tutti gli amici che mi hanno affiancato ed aiutato per riuscire a raggiungere i risultati espressi e che lo hanno fatto mettendoci l’anima solo per amicizia, lealtà e senso di appartenenza al Poseidon. Certamente mi mancheranno molto tutte le emozioni vissute al telefono nella speranza di poter comunicare agli associati le diverse vittorie ottenute in passato, ma son sicuro che il Team non mancherà ancora di emozionarmi anche se solo nella veste di atleta o di semplice partecipante alla vita sociale. Grazie di tutto”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!