Non basta Marcucci, il Solofra pareggia a tempo scaduto (2-2) 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

sorrento solofra formazioniSeconda beffa consecutiva per il Sorrento, in una gara che presenta molte analogie con quella disputata soltanto 7 giorni fa allo Sporting Club di Nola. I rossoneri affrontano la gara con il giusto piglio, portandosi sul doppio vantaggio dopo appena 11 minuti grazie ad una doppietta di Marcucci che raggiunge quota 7 reti in campionato. La squadra di mister Turi non riesce però a concretizzare la gran mole di occasioni prodotte, sprecando almeno 5/6 ghiottissime palle gol, e subendo il ritorno del Solofra che prima accorcia le distanze con una rete di Polichetti, poi trova addirittura il jolly con una punizione dal limite perfettamente calciata da Rapolo che trova l’incrocio dei pali lasciando attoniti gli spettatori presenti nell’impianto di Via Califano.

Parte forte il Sorrento, ed al 5’ Bolzan premia la sovrapposizione di Scarpa, cross al centro ed inzuccata di Marcucci che sfiora subito il vantaggio. Sarà il leitmotiv della prima frazione di gioco, con il Sorrento che straripa puntualmente sulle corsie esterne creando tante occasioni per le qualità di Marcucci, punta centrale nel 4-2-3-1 del tecnico costiero. Un giro di lancette più tardi Vitiello serve un gran pallone per Esposito Lauri che va via alle spalle di Attianese: pallonetto sull’uscita del portiere e palla che si perde di un soffio larga alla destra di Gallone. Al 7’ il Sorrento è già in vantaggio grazie ad una perentoria incornata di Marcucci che gira in rete un perfetto cross dalla sinistra di capitan Scarpa. I costieri volano sulle ali dell’entusiasmo, e dopo 11 minuti è già 2-0. Scarpa e Favetta si scambiano la posizione, con il capitano che premia il taglio dell’attaccante lungo la fascia mancina: dribbling ubriacante ai danni di Esposito e lancio con il contagiri per Marcucci che colpisce di testa sul primo palo senza lasciar scampo a Gallone. Al 21’ gran palla in verticale di Scarpa per Favetta, con il portiere irpino che interviene in scivolata allontanando la minaccia. La corsia mancina è proprietà assoluta dei costieri, Scarpa elude l’intervento di Attianese, cross per la testa di Marcucci che sovrasta Esposito senza trovare la porta. Il primo tentativo degli ospiti giunge al 27’ con una punizione di Liguori battuta dietro per Arzeo che calcia alle stelle. Passano pochi minuti, e sugli sviluppi di un corner dalla destra allontanato dalla difesa gialloblù, Scarpa rimette in mezzo dalla corsia opposta e l’estremo difensore irpino compie un autentico miracolo per negare a Favetta la gioia del gol. Al 37’ il Solofra prova a pungere con Sollazzo, che prima trova il muro di Ammendola,  poi i guantoni di Santaniello che blocca comodamente. Non c’è un attimo di sosta: Favetta per Marcucci, che incrocia largo alla destra di Gallone. Al 43’ splendida azione di marca rossonera, Marcucci incanta con una mezza girata su lancio di Fontanarosa che trova l’opposizione di Troisi. La corta respinta finisce nei radar di Esposito Lauri, che viene nuovamente murato dall’attenta difesa irpina. In chiusura di primo tempo è ancora grande Sorrento: cross dalla sinistra di Scarpa, petto di Marcucci per l’inserimento di Temponi che costringe Gallone a distendersi alla propria sinistra per togliere la sfera dall’angolino e deviare in corner.

Al 49’ Scarpa prova a sorprendere Gallone da posizione defilata con la sfera che non trova la porta. Dopo una conclusione di Favetta dai 25 metri fuori misura,  il Solofra rientra il partita accorciando le distanze con un piattone di Polichetti su cross dalla sinistra di Rapolo. Al 66’ verticalizzazione di Favetta per Savarese, tiro respinto da Gallone, si avventa sulla ribattuta ancora Favetta che controlla il pallone e calcia alto sopra la traversa. Passano 10 minuti, Ammendola vince un contrasto e lancia Vitale, che conclude subito verso la porta gialloblù trovando l’esterno della rete. Savarese scalda i guantoni dell’estremo difensore irpino con un mancino a giro da posizione defilata. All 80’ Savarese premia la sovrapposizione di Ammendola, cross di prima intenzione per la battuta al volo di Vitale che non trova lo specchio della porta. Dopo una punizione di Liguori respinta in 2 tempi da Santaniello, il Sorrento sfiora ancora il tris con una conclusione al volo di Vitale su sponda di Marcucci, ed ancora con un incontenibile Marcucci sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra calciata da Savarese. Al 94’ è doccia fredda allo Stadio Italia. Il Solofra si guadagna un calcio piazzato dal limite, e Rapolo trova il jolly centrando il sette alla sinistra di Santaniello per un 2-2 che lascia l’amaro in bocca ma che mantiene tutto invariato in vetta alla classifica grazie al contemporaneo passo falso dell’Ebolitana sul terreno della Picciola.

Queste le dichiarazioni del direttore sportivo Pasquale Ottobre, che commenta in questo modo una prestazione che ha visto il Sorrento dominare ma allo stesso tempo buttar via i 3 punti all’ultimo minuto di recupero. “Affermare che siamo arrabbiati è riduttivo, non mi è mai capitato di vivere una situazione del genere in oltre vent’anni nel mondo del calcio. Ultimamente offriamo prestazioni superlative, concedendo appena una conclusione verso la porta ai nostri avversari, ma siamo capaci di subire lo stesso due reti a partita. A freddo analizzeremo dettagliatamente gli errori commessi, anche se è evidente che c’è da lavorare soprattutto dal punto di vista mentale. Dopo un avvio di gara straripante abbiamo continuato a macinare gioco, sfiorando ripetutamente il tris, anche nel secondo tempo. Non aver capitalizzato al meglio la mole di occasioni create è il nostro più grande rammarico. Purtroppo usciamo a pezzi da questa gara, poiché oltre alla beffa del pari all’ultimo minuto di recupero dovremo fare i conti gli infortuni di due pedine importanti come Vitiello e Scarpa”.    

SORRENTO – SOLOFRA 2-2

Reti: 7′ pt Marcucci  (SOR), 11’pt Marcucci  (SOR), 13′ st Polichetti  (SOL), 45’+4 Rapolo  (SOL)

SORRENTO  (4-2-3-1) Santaniello; Ammendola, Cioffi, Arpino, Bolzan; Vitiello (10′ pt Fontanarosa), Temponi; Esposito Lauri, Favetta (24′ st Vitale), Scarpa (6’st Savarese); Marcucci.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

A disp: Pezzella, Catalano, Paradisone, Minicone.

All: Turi

SOLOFRA (4-3-3) Gallone; Arzeo (36′ st Di Zenzo), Troisi, Esposito (1′ st Rapolo), Attianese; Cuomo (1’st Bruno S.), Liguori, Avallone; Polichetti, Del Grande, Solazzo.

A disp: Giliberti, Sgaglione, Ciampolillo, Bruno D.

All: Messina

Arbitro: Pietro Ambrosino di Torre del Greco  (Cirillo/Maiorino)

Note: Ammoniti: Arzeo (SOL), Fontanarosa  (SOR), Temponi  (SOR), Troisi (SOL). Corner: 3-2. Recupero: 2′ pt, 4′ st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!