Piano Pizzeria Lucia – Evergreen Sant’Agnello: Il derby se lo prendono i rossoblu

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

EvergreenCome sempre, nella tradizione dei derby, quella fra il Piano Pizzeria Lucia e l’Evergreen Sant’Agnello è stata una partita tirata combattuta e incerta fino alla fine dove le due formazioni che, venivano da momenti opposti di forma, si sono date battaglia fino all’ultimo minuto di recupero. A vincerla è stata l’Evergreen che dimostra il trend positivo di questo periodo aggiungendo un +3 in classifica che fa morale e punti salvezza. Una gara che vede contrapposte due filosofie di gioco differenti, dove la manovra corale dell’Evergreen guadagna la superiorità territoriale portando più volte al tiro i ragazzi di mister Miniero, mentre i canarini giocano di ripartenze, fiammate improvvise e verticalizzazioni stoppate puntualmente dalla difesa rossoblu che salvaguarda Pollio inoperoso nei primi 45 minuti di gioco. Primo tempo che, dunque, finisce 0-0. Negli spogliatoi mister Miniero si fa sentire e l’Evergreen si sveglia nella ripresa entrando più concentrata e determinata, aumentando la pressione verso la porta del Piano che inizia a sentire la stanchezza ed accusa il colpo non riuscendo ad interrompere le trame di gioco degli avversari. La chiave di volta del match sono i cambi: mister Miniero butta nella mischia Fabrizio Beato che lo ripaga, dopo 5 minuti dal suo ingresso, con una volé che si insacca alle spalle dell’estremo difensore dei padroni di casa capitalizzando un cross precisissimo ancora una volta dell’assistman Palomba. 0-1 per l’Evergreen. Il Piano prova a recuperare lo svantaggio più di nervi che di tecnica, ma è la formazione sant’anellese, non sazia del vantaggio,  che va più volte vicina al raddoppio con le azioni pericolose di Soldatini, Del Pizzo, Palomba ed uno scatenato Cicchiello che per tutti i 90 minuti ha tenuto ben il campo mettendo in difficoltà la retroguardia carottese. Nel recupero (3 minuti concessi dall’arbitro) i canarini provano l’ultimo arrembaggio che però si produce in un nulla di fatto consegnando all’Evergreen partita e derby che vale tre punti e tanto morale nel rash finale prima della pausa natalizia.

 

Francesco Vazza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!