Futsal: La capolista beffa Sorrento nel finale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

abate-sorrentoTermina con il risultato di 6-5 la sfida al vertice tra Sandro Abate e Sorrento, disputata ieri pomeriggio al Palasport di Pratola Serra. Sessanta minuti ad altissima intensità che hanno regalato al pubblico grande spettacolo ed emozioni a non finire. Entrambe le squadre hanno messo in campo tanta qualità, ritmi sempre alti e bel gioco per un risultato in bilico fino allo scadere.

Riavvolgiamo il nastro del match: mister Astarita parte con il quintetto formato da Vinaccia, De Vivo, Gargiulo M., Maresca G. e Somma. La partita si infiamma subito con le due compagini che provano a perforare le difese avversarie ma è il Sorrento che dopo soli quattro giri di lancette trova il gol del vantaggio con Gargiulo M.: il pivot classe ’97 timbra con una bellissima prestazione la sua ultima partita in rossonero (l’intera società del Fc Sorrento lo ringrazia per la personalità, la determinazione e la dedizione con cui ha contribuito alla causa e gli augura un grande in bocca al lupo per la sua nuova avventura lavorativa).

Dopo due minuti, i padroni di casa trovano la rete del pari. Comincia un vero e proprio assalto dei rossoneri alla porta avversaria, senza mai riuscire a concretizzare. Al 23′ Cacace riporta i suoi in vantaggio: il Sorrento continua a costruire tanto, ancora troppe occasioni sprecate sotto porta che peseranno nell’economia del match.

Nella ripresa, la capolista riagguanta il pari ed in meno di dieci minuti si porta addirittura sul 5-2 approfittando del blackout ospite. Le casacche verdi fanno una buona fase difensiva ma ecco la forte reazione dei sorrentini: al 19′ Maresca R. firma il 5-3, Bagnulo al 26′ manda in rete il 5-4 ed un minuto dopo De Vivo regala il pari. Ultimi minuti di gioco davvero intensi ed emozionanti, ma la gioia dei rossoneri viene presto smorzata dai padroni di casa che si riportano sul 6-5. In piena fase di recupero, il Sorrento si divora una ghiottissima occasione per il 6-6. Ed è su questo ultimo acuto che l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Certo c’è il rammarico per la sconfitta, ma è forte la consapevolezza di aver affrontato con grande personalità un avversario di tutto rispetto. Sicuramente un’iniezione di fiducia e di motivazione per affrontare le prossime sfide!

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!