Fortitudo basket Sorrento 1^DIV: Sconfitta sfortunata all’esordio in campionato

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

LogoFortitudoEsordio amaro in 1^Divisione per la Fortitudo Basket Sorrento che in trasferta a Cercola sul campo della Diamond Basket cede il passo solo dopo una partita serrata e punto a punto per 57 a 55. Un match tirato fin dalla prima palla a due dove le qualità al tiro della squadra di casa si fanno notare contro la difesa ad uomo della Fortitudo che nel primo quarto gioca bene rendendo la gara equilibrata ed aperta a qualsiasi soluzione. La chiave di volta del match è l’improvviso black out della Fortitudo che nel secondo quarto concede molto spazio ai tiratori della Diamond che dalla linea dei tre punti fanno male la poco attenta difesa costiera creando la prima frattura del match spedendo la Fortitudo a meno 11. Alla ripresa, nel terzo quarto, coach Cascella cambia qualcosa tatticamente sul fronte difensivo schierando una zona 3-2 volta a limitare proprio il tiro dalla lunga distanza degli avversari. Mossa che si rivela azzeccata: le percentuali al tiro dei padroni di casa si abbassano rispetto alle micidiali finalizzazioni dei primi due quarti e con un moto di cuore e grinta la fortitudo si rifà sotto operando il sorpasso decisivo andando a chiudere il quarto con un più tre di vitale importanza. Gli ultimi dieci minuti sono una girandola di emozioni con sorpassi e contro sorpassi, nelle quali solo i numerosi falli commessi nei primi venti minuti di gara fanno pendere la bilancia in favore della Diamond che approfitta dell’uscita per limite di falli di Rossi, Ardia, Cascella G. e Gargiulo Giovanni nei due minuti finali della partita. Gli ultimi possessi generano azioni frenetiche che portano nelle mani di Esposito il pallone decisivo per la vittoria o l’aggancio per l’over time, ma la sfortuna vuole che il tiro del play costiero finisca fuori, sputato dal ferro, sulla sirena che sancisce la sconfitta della Fortitudo col risultato beffardo di 57 a 55. A fine gara le parole di coach Cascella fanno trasparire il rammarico ma anche la voglia di migliorare e riprendersi subito per far bene in questo campionato:“Per quanto riguarda la partita c’ è molto lavoro da fare perché commettiamo errori causati dalla fretta di concludere l’azione quando invece potremmo e dovremmo ragionare. Bisogna ripartire dalla giusta reazione del 3 quarto, dalle buone letture e dall’intensità messa sul campo. Personalmente sono molto contento dell’atmosfera che abbiamo trovato a Cercola un buon arbitraggio ed una buona squadra avversaria credo che gli spettatori si siano divertiti peccato che non siamo stati noi a sorridere. Lunedì giochiamo in casa con il vivi basket Napoli (squadra con una certa storia cestistica oltre che di buon livello soprattutto sulle giovanili in campania) e dobbiamo riscattarci sia come gruppo che come singoli perché mi aspetto una reazione da chi è apparso sotto tono e sa di dover fare molto di più”.

Diamond Basket-Fortitudo Basket Sorrento 57-55

Fortitudo basket sorrento: Esposito Domenico 2, Rossi 13, Cascella 8, Ardia 1, De Martino 9, Esposito Giuseppe 18, Gargiulo Michele 2, Gargiulo Giovanni 2, Coppola, Cinque, Di Maio, Sorrentino.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!