JUNIORES | Eroico Sorrento, che in 9 supera il Savoia: decide Paradisone

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

sorrento savoiaDopo lo sfortunato ko contro il Positano, la Juniores di Antonio Raiola torna alla vittoria interna superando il Savoia al termine di una gara eroica conclusa in 8 contro 10. I rossoneri mostrano grande compattezza e spirito di gruppo nei minuti finali, rischiando soltanto su palla inattiva ma allo stesso tempo facendo male in contropiede grazie alla velocità di Maiorano.

Dopo appena 6 minuti giunge la prima occasione da rete: calcio di punizione dalla sinistra di Madonna, aggancia Suarato che da posizione defilata trova soltanto l’esterno della rete. All’11 Madonna prova a farsi pericoloso con una conclusione dai 20 metri che termina debolmente tra le braccia di Smaldone. I biancoscudati reagiscono, ed al 20’ Vizzato trova il taglio di Cortiglia, ma Sabatino è attento contrastando l’avversario ed accompagnando la sfera oltre il fondo. La gara prosegue senza troppi sussulti. Alla mezz’ora Casadei prova a sorprendere Smaldone dalla lunga distanza senza però riuscire ad imprimere al pallone la giusta potenza, mentre Immobile chiude una veloce triangolazione con Cortiglia e spara verso la porta trovando i guantoni di Leone. Al 45’ Suarato dal lato corto destro dell’area di rigore non riesce ad impensierire Smaldone, mentre nei minuti di recupero Raimondi svetta più in alto di tutti su cross di Gargiulo, ma la sfera esce di un soffio alla sinistra dell’estremo difensore biancoscudato.

In avvio di ripresa entrano Parlato e Paradisone, i ritmi si alzano ed il Sorrento si spinge con prepotenza verso l’area della squadra ospite alla ricerca del vantaggio. Parlato ci prova subito dai 25 metri, con la sfera che si perde di poco alta sopra la traversa. Al 48’ Gargiulo va via di forza alla marcatura di Finelli e calcia con inaudita potenza senza inquadrare lo specchio della porta. Poco dopo gran palla in verticale di Parlato per il taglio di Cinque alle spalle della difesa biancoscudata: l’attaccante costiero aggira il portiere, ma si defila troppo e manca il tempo per la conclusione. È il momento di massima pressione del Sorrento, che sfiora il gol prima con Suarato e poi con Izzo, che trova la parata in due tempi di Smaldone. Al 58’ il Sorrento sblocca il risultato: Paradisone controlla a centro area un cross proveniente dalla sinistra, e calcia con estrema precisione trovando l’angolino basso alla sinistra di Smaldone. Gli ospiti restano in 10 per il rosso diretto rifilato a Cortiglia, ma l’arbitro ristabilisce subito la parità numerica con un’espulsione molto fiscale che costringe Gargiulo a prendere la via degli spogliatoi. All’82’ Sorrento in 9 per il doppio giallo ad Esposito, con la sfortuna che si accanisce sulla squadra di Antonio Raiola, costretta a disputare gli ultimi minuti con un Parlato a mezzo servizio per un duro scontro di gioco. All’85 sono brividi per una punizione di Vitiello che fa la barba al palo alla destra di Leone. Il Savoia alza il baricentro portando tanti uomini oltre il centrocampo, ma le occasioni migliori sono dei rossoneri, che sfiorano il raddoppio in contropiede. Al 90’ un diagonale di Maiorano esce di un soffio alla destra di Smaldone, mentre nell’ultimo dei 5 minuti di recupero lo stesso attaccante costiero va via a Stile con un gioco di prestigio, si libera in velocità di Sperandeo e calcia a botta sicura trovando però l’opposizione della traversa.

Paradisone decide quindi il big-match contro il Savoia, con il Sorrento che raggiunge proprio i biancoscudati in classifica mantenendo nuovamente la porta inviolata dopo 3 gare. La prossima settimana il Sorrento sarà invece impegnato in trasferta sul campo del Santa Maria la Carità.

SORRENTO – SAVOIA 1-0

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Rete: 13’ st Paradisone

SORRENTO: Leone, Raimondi, Esposito, Suarato (27’ st Di Capua), Sabatino, Reich, Romano (1’ st Paradisone), Gargiulo, Cinque (20’ st Maiorano), Madonna (7’ st  Izzo), Casadei (1’ st Parlato).
A disp: De Caro, Verdoliva.
All: Raiola (squal.) In panchina: Scala.

SAVOIA: Smaldone, Finelli (26’ st Morano), Pinto (34’ st Luongo), Di Mare, Stile, Sperandeo, Tessitore (5’ pt Immobile), Vizzato (17’ st Falcone), Cortiglia, Farfalla (1’ st Marino), Vitiello.
A disp: Falanga, Sorrentino.
All: Tessitore

Arbitro: Fabrizio Massaro di Torre del Greco

Note: Espulsi: Cortiglia (SA) al 15’ st, Gargiulo (SO) al 23’ st ed Esposito (SO) al 37′ st per doppia ammonizione. Corner: 7-1. Recupero: 2’ pt, 5’ .

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!