Fortitudo Sorrento, C femminile: KO interno contro Capri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

c femminileUna partita complicata e difficile. Ma forse lo si poteva immaginare visto che l’avversario di turno era un’Olimpia Capri che la settimana prima aveva demolito Caserta, la favorita del campionato. Dall’altra una Fortitudo che voleva sfruttare il fattore campo e la voglia di riscatto dopo due sconfitte consecutive. Una partita che parte subito con una buona intensità con la fortitudo che sembra aggressiva e decisa anche in difesa e cerca di lottare soprattutto sotto canestro dove soffre i miss match con i lunghi ospiti. Proprio il gioco sotto canestro e la maggiore intensità atletica di Capri sono le chiavi di volta di una partita alla quale la Fortitudo cerca di rimanere aggrappata con le iniziative in penetrazione della De Luca ed i tiri dal perimetro della Lombardo almeno fino all’intervallo lungo dove il parziale si fissa sul 29 a 48. Nel terzo quarto, Capri prende il largo e assesta la spallata decisiva alla partita correndo in contropiede grazie anche alle numerose palle perse della Fortitudo che cerca una reazione, soffrendo però i maggiori centimetri delle pivot dell’Olimpia e la rapidità delle esterne avversarie, mentre piove sul bagnato con l’infortunio alla De Luca che subisce una gomitata durante una lotta a rimbalzo ed esce definitivamente dal match che si incanala decisamente in favore di Capri che va agli ultimi dieci minuti sul 39 – 71. L’ultimo quarto è una questione formale dove la Fortitudo gioca d’orgoglio, mentre Capri gestisce e chiude la partita sul 48 a 88. Partita da dimenticare; bisogna resettare tutto con il lavoro in settimana in vista di una partita importante e particolare come il derby contro la Polisportiva che ci sarà domenica sera al Pala Atigliana.

 

Francesco Vazza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!