Scarpa a tempo scaduto piega la resistenza della Rinascita Vico

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

rus vico sorrentoIl blitz esterno sul campo del Cervinara  si è rivelato un autentico toccasana per la squadra di Mario Turi, che sullo sterrato di Carbonara di Nola inizia a fare la voce grossa fin dal fischio iniziale dell’arbitro. Palla al centro e subito una grande occasione per i costieri, con Temponi che sfrutta una sponda di Marcucci per liberare un gran destro che si perde alto sopra la traversa. Al 4’ verticalizzazione di Nappi per Gallinaro, ma Arpino è attento e accompagna la sfera oltre la linea di fondo. Passano pochi istanti ed il Sorrento sfiora nuovamente il vantaggio. Lunga rimessa laterale di Bolzan, che dopo essere rimbalzata sul terreno entra nei radar di Scarpa che incorna da distanza ravvicinata costringendo Loffredo ad allungarsi per alzare la sfera oltre la trasversale. Al 12’ Favetta allarga sulla destra per Esposito Lauri, cross al centro per Marcucci, il cui tiro viene rimpallato per poi uscire alla sinistra di Loffredo. I rossoneri  aumentano la pressione, con l’estremo difensore gialloblù che deve superarsi per allontanare una violenta conclusione di Scarpa. Al 31’ il Sorrento passa meritatamente a condurre. Lancio di Bolzan ribattuto dalla difesa, riprende Temponi per l’incornata di Marcucci che costringe Loffredo agli straordinari: Favetta è lestissimo sulla seconda palla accomodandola per Marcucci che buca i guantoni dell’estremo difensore vesuviano. Al 35’ sugli sviluppi di un corner battuto da Vitiello, capitan Scarpa si inarca per allungare la traiettoria verso Esposito Lauri, che dal limite dell’area non inquadra la porta. Santaniello blocca con tranquillità un colpo di testa di Battaglia, mentre Vitiello sfiora il raddoppio con un tiro-cross che quasi inganna Loffredo leggermente fuori dai pali. Al 43’ gran palla di Bolzan per Scarpa alle spalle di Maffettone: il capitano rientra in dribbling e calcia forte sul primo palo trovando l’opposizione del portiere vesuviano. Quindi Temponi lancia Favetta, che trova l’opposizione di Maffettone a strozzargli in gola la gioia del gol.

La ripresa si apre sulla stessa falsariga dei primi 45 minuti, con Scarpa che sfiora immediatamente il raddoppio con un diagonale che sibila il palo alla sinistra di Loffredo. Quindi Addeo è provvidenziale in scivolata a togliere dal piede di Marcucci una palla che chiedeva soltanto di essere spinta in rete. I padroni di casa provano a farsi vedere con una conclusione fuori misura di Nappi, mentre al 54’ è ancora grande Sorrento. Bolzan trova il corridoio per Favetta, che con un bolide in diagonale trova i riflessi di Loffredo, con Esposito Lauri che manca il tap-in vincente sul secondo palo. Nel miglior momento dei rossoneri, la Rinascita Vico pareggia i conti. Ianniello, su calcio piazzato deviato dalla barriera colpisce il palo alla destra di Santaniello, e sul corner seguente Nappi svetta sul palo lungo e batte il portiere costiero. Il Sorrento accusa il colpo, ma dopo pochi minuti è già prepotentemente nella metà campo avversaria alla ricerca dei 3 punti. Gran tocco di esterno griffato Favetta per il taglio di Scarpa sulla sinistra, cross al centro per Marcucci che trova un Loffredo versione saracinesca, sulla seconda palla arriva Favetta a tutto gas, ma la sua conclusione trova la deviazione di un difensore oltre la linea di fondo. Nappi mette i brividi a Santaniello con un diagonale che esce di un soffio, prima del forcing finale di marca rossonera. Favetta non trova l’appuntamento con il gol, che però giunge in pieno recupero grazie a Terracciano in proiezione offensiva che viene steso nettamente da Maffettone nel tentativo di impedirne la progressione verso la porta. Dal dischetto si presenta Scarpa che, con grande freddezza, aspetta il movimento del portiere per poi calciare centralmente e far esultare i tanti tifosi accorsi a Carbonara di Nola per supportare la squadra costiera. 5° centro in campionato per il capitano, 2° consecutivo lontano dallo Stadio Italia dopo l’eurogol di Eboli che pesa tanto proiettando i rossoneri momentaneamente in vetta alla classifica.

RINASCITA VICO – SORRENTO 1-2

Reti: 31’ pt Marcucci (S), 10’ st Nappi (R), 45’+4 st Scarpa rig. (S)

RINASCITA VICO (4-4-2) Loffredo; Maffettone, Battaglia, Addeo, Vecchione; Di Palma, Venditti, Ianniello, Gallinaro (30’ st Liguoro); Borrelli (37’ st Aliyev), Nappi.
A disp: Beneduce, Marulli, Ottaiano, Pinchera, Caporaso.
All: Casaccio

SORRENTO (4-2-3-1) Santaniello; Ammendola, Arpino, Terracciano, Bolzan; Vitiello (22’ st Savarese), Temponi; Esposito Lauri, Marcucci, Scarpa; Favetta.
A disp: Pezzella, Catalano, Paradisone, Serrapica, Di Capua, Minicone.
All: Turi

Arbitro: Marco Baronti di Pistoia (Piedipalumbo/Scarpa)

Note: Amminiti: Arpino (S), Liguoro (R), Nappi (R). Corner: 1-7. Recupero: 2’ pt, 5’ st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!