Verso Sorrento-Sant’Agnello, Mario Turi: “Vogliamo a tutti i costi regalare un’altra soddisfazione alla tifoseria rossonera”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

mario turiLa decima giornata propone il secondo derby stagionale, con il Sorrento che ospiterà il Sant’Agnello tentando di ripetere la bella prestazione che è valsa il 4-2 inferto al San Vito Positano poco meno di un mese fa. I freddi numeri parlano chiaro ed evidenziano come la squadra di Mario Turi tra le mura amiche dello Stadio Italia sia un vero e proprio rullo compressore, con 4 vittorie su 4 ed una media di quasi 3 reti a partita. Dall’altra parte c’è l’ostico e tignoso Sant’Agnello che, pur avendo raccolto soltanto 1 punto in 4 uscite lontano dal Comunale di Viale dei Pini, ha acquisito maggiore consapevolezza nei proprio mezzi dopo il 2-1 rifilato al Solofra. Tuttavia i derby fanno da sempre storia a sé e, al di là dei diversi valori tecnici in campo, si parte sempre da 0-0. Equilibrio e pazienza saranno gli elementi imprescindibili per portare a casa una partita fondamentale per la corsa verso gli obiettivi prefissi.

I CAMPIONATI SI VINCONO BATTENDO LE PICCOLE. “A prescindere dal fatto che sia un derby, la cosa più importante è ribadire il concetto che i campionati si vincono soprattutto superando le squadre piccole piuttosto che vincendo gli scontri diretti. Se da un lato non vanno lasciati punti per strada nei big-match, dall’altro non bisogna mai steccare contro quelle compagini che sulla carta sono meno attrezzate. Il match di domenica presenta anche dei risvolti extra-calcistici, per cui sarà caricata maggiormente sotto il profilo dell’agonismo. Dovremo perciò farci trovare pronti e rispondere colpo su colpo a ciò che il Sant’Agnello proporrà sul terreno di gioco”.

VINCERE PER I NOSTRI TIFOSI. “Affronteremo un avversario con motivazioni altissime, che non ha nulla da perdere. Né sul piano fisico, né tantomeno dal punto di vista della classifica o del gioco. Giochiamo davanti al nostro pubblico che ci sta seguendo in numero sempre maggiore, per cui 

FARE LA PARTITA. “Siamo preparati al tipo di partita che potrebbe prospettarsi, perché quasi tutti i nostri avversari pensano quasi esclusivamente a difendersi lasciando a noi l’onere di fare la partita. Ma soprattutto provano a stuzzicarci. In campionato abbiamo finora superato tutti gli esami a pieni voti, mentre l’unica tiratina d’orecchi  è stata fatta per l’atteggiamento mostrato in coppa italia contro il Cervinara. Dobbiamo continuare lungo la strada tracciata in campionato, perché sappiamo che tutte le compagini raddoppiano le forze quando affrontano il Sorrento. Nel derby contro il Sant’Agnello tutto ciò sarà ulteriormente amplificato, per cui dovremo essere ancora più attenti e concentrati”.

TESTA SOLTANTO AL SANT’AGNELLO. “Non prendo neanche in considerazione l’idea che la squadra possa anche inconsciamente sottovalutare l’impegno di domenica, perché significherebbe non aver capito nulla. La partita più importante è sempre quella più vicina in ordine temporale. Pensiamo solo ed esclusivamente al Sant’Agnello, credo che abbiamo preparato molto bene la gara in settimana e verificheremo domenica pomeriggio come sarà andato il match. Poi da lunedì inizieremo a concentrarci sul ritorno di coppa italia previsto per mercoledì a Cervinara”.  

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!