Verso Sorrento-Sant’Agnello, Pasquale Ottobre: “Eboli ottimo punto di partenza per il futuro”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ottobre conferenza stampa“Da Eboli torno con la convinzione che la strada è quella giusta”. Pasquale Ottobre manda un messaggio chiaro a tutte le avversarie, ma soprattutto al gruppo che ha costruito in estate. Il direttore sportivo del Sorrento dal big match trae indicazioni positive. “Abbiamo concesso un solo tiro in porta, gestito il ritmo e fatto la partita. Peccato per il pari”, ammette l’uomo mercato, “Forse si sarebbe firmato per il pareggio prima. Dopo, però, c’è rammarico”. I costieri escono dal Dirceu con la consapevolezza di “Fare tesoro delle gare precedenti, perché sono tutte persone intelligenti”. Una frase semplice che è volta ad infondere ancora maggiore fiducia ai rossoneri. “Ho visto una squadra-squadra a 360 gradi e credo che sia un punto di partenza per il futuro”. Alla vigilia del secondo derby della stagione, Ottobre svicola quelle che sono le polemiche della vigilia. “Faccio parte di una nuova società”, si affretta a chiarire, “Abbiamo il meglio per la categoria con grande sacrificio”. Insomma, il passato lo lascia agli altri, ma risponde alla querelle premio tirata in ballo dall’ex socio, di Franco Giglio, Alberto Negri. “Nel massimo rispetto di quelli che sono i prossimi avversari non credo sia una di quelle gare nelle quali mettere il premio”, affonda il ds, “il premio si mette e non si sbandiera ai quattro venti. Quello che dico è che serve umiltà”. Il derby nasconde sempre insidie particolari. Tensioni, approcci, voglia di rivalsa che “Non bisogna guardare. Una gara nella quale fare bottino pieno nel rispetto dell’avversario con la consapevolezza di essere superiori”. Il Sorrento non si scopre forte per caso, ma con un percorso di crescita graduale fatto di difficoltà, iniziali, cadute, Palma, e rialzi, Eboli, ora a meno di 20 giorni dall’apertura del mercato invernale lo sguardo corre sui campi di Eccellenza e D per trovare la soluzione ideale da innestare in gruppo. “Non prenderemo per prendere, ma solo in ottica futura e come miglioria al gruppo già competitivo che abbiamo”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!