Fortitudo basket Sorrento C femminile: Esordio con riserva in Coppa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

femminileUn esordio non tutto rosa e fiori quello della Fortitudo Basket Sorrento che sul campo amico della SMS Tasso aspettava la Basket Napoli Vomero per il turno preliminare di Coppa Campania “Dante Maiorani”per le formazioni di serie C femminile. La bella cornice di pubblico che ha invaso la tendostruttura di Sorrento ha assistito ad una partita dai due volti con una Fortitudo partita contratta, lenta e non completamente a suo agio in campo dove ha sofferto per i primi due quarti, chiusi sul 10 – 30 per la formazione ospite, la gamba e l’aggressività delle ragazze napoletane. Molte palle perse, un po’ di confusione nella fase di costruzione offensiva dove l’unico terminale è la De Luca limitata anche da ben tre falli spesi nei primi venti minuti e costretta a fare la spola fra campo e panchina. In difesa la zona 2-3 funziona a tratti e riesce anche a far recuperare qualche pallone extra alla Fortitudo, limitando e non poco le sortite offensive della Vomero che ha nel contropiede e nella pressione difensiva le sue armi migliori. Extra possessi che però non vengono sfruttati tutti al 100% mettendo ancora di più in salita una partita partita con il piede sbagliato. L’inizio delle rotazioni concede del tempo al quintetto titolare, con la giovane Cacace e la Grimaldi che portano un po’ di freschezza. Il primo tempo, ricco di falli e palle perse da entrambe le parti, porta la Fortitudo negli spogliatoi su un meno venti da recuperare che sa’ di impresa titanica. Al rientro dagli spogliatoi, però, la formazione di coach Balsamo, cambia pelle e come una macchina a diesel, sembra aver sciolto le gambe ed essere più libera mentalmente. La De Luca continua ad essere il faro, capitan Acampora ci mette la grinta e la voglia di lottare dispensando consigli e racimolando punti utili alla risalita, ma è tutta la formazione tra quintetto e panchina che inizia a girare come dovrebbe e sorprende con il suo cambio di ritmo ed aggressività la formazione ospite che tenta di reagire e legittimare il vantaggio. Gli ultimi dieci minuti sono frenetici, vissuti ad alta tensione e dove tutte le ragazze cercano di dare il massimo per compiere l’ultimo sforzo per recuperare una partita che ha in sè qualche rimpianto. Il lieto fine però non c’è, almeno per la Fortitudo che esce sconfitta 40 a 56 da una Basket Vomero che si è dimostrata avversario intraprendente ed ostico. Il rimpianto per la Fortitudo sono probabilmente quei primi venti minuti di gara dove l’approccio troppo soft ha pagato dazio con una sconfitta per certi versi immeritata.

F.V.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!