Verso Sorrento-San Giuseppe, Giammarco Parlato: “Sono uno che non molla mai, pronto a dare il massimo per questa maglia”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

parlatoÈ tempo di Coppa, ed il Sorrento si appresta a disputare la gara di ritorno dei Sedicesimi di Coppa Italia – Fase Regionale contro il San Giuseppe. La compagine di Mario Turi dovrà difendere nel proprio impianto il 2-1 ottenuto a San Gennaro Vesuviano grazie ai centri di Catalano e Minicone. La manifestazione tricolore offre l’opportunità di mettersi in mostra a coloro i quali hanno goduto di minor minutaggio dall’inizio della stagione. L’attaccante Giammarco Parlato, classe 1997, scalpita per un posto da titolare e può già vantare 1 rete (contro il Santa Maria la Carità) in 3 presenze per un totale di 153 minuti al proprio attivo.

Bisognerà partire forte e blindare subito la qualificazione agli ottavi di finale. “Mercoledì non sarà una gara facile. Abbiamo la fortuna di poter difendere la preziosa vittoria ottenuta nella gara d’andata, dobbiamo stare tranquilli e tutto verrà da sé. Il San Giuseppe è una squadra ben  organizzata, per cui dovremo partire a mille come sempre senza mai mollare fino al novantesimo”.

Parlato è pronto a sfruttare la gara di Coppa per mettersi in mostra e dar sfoggio di tutte le proprie qualità. “Sono consapevole di avere un’opportunità importante per giocarmi le mie chance. Dipende tutto da me, sono uno che non molla mai, e se il mister decidesse di darmi fiducia per la gara di coppa darò il massimo per questa maglia. Poi quando arriverà l’occasione in campionato, dovrò essere pronto a sfruttarla. La stagione è lunga, ed avrò senz’altro la possibilità di mettermi in mostra”.

Gli interessi collettivi vanno sempre anteposti a quelli individuali. “La sconfitta di Palma è ormai alle spalle, abbiamo conquistato 2 vittorie di fila, il mister ci sta facendo lavorare bene e siamo molto motivati. Dopo la rete siglata al S. Maria la Carità, spero di andare a segno anche contro il San Giuseppe ma la cosa più importante è il gruppo e dobbiamo andare avanti tutti insieme verso gli obiettivi stabiliti dalla società”.

La squadra guidata da Turi è una corazzata che rispetta, ma non teme alcun avversario. “Siamo una squadra che dispone di valori importanti, e se giochiamo come sappiamo non abbiamo nulla da temere e nessun avversario può farci realmente paura. Bisogna continuare a lavorare con grande sacrificio ed i risultati non tarderanno ad arrivare”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!