Sant’Agnello: Marino illude, Siciliano regala un punto al San Tommaso

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Marino Sant’Agnello – San Tommaso 1-1

Reti: 2’pt Marino, 18’st Siciliano.

Sant’Agnello: Belviso 6, Gregorio 6, Breglia 6, Scala 6, Siniscalchi 5.5,
Nocerino 6, Ciardiello 6.5 (10’st Gargiulo V. 6), Capua 6,
Giammetta sv (4’pt Cioffi 6), Marino 7 (25’st De Martino 6),
Scognamiglio 6. All. Miniero 6.
San Tommaso:
Imbimbo 6, Coluccino 6 (35’st Del Sorbo sv), Renna 6.5, Iennaco
6.5, Squitieri 6.5, Mallozzi 5, Inserra 6, Pingue 6.5, Balzano 6
(10’st Siciliano 7), Giannattasio 6 (28’st Tucci sv), D’Acierno 6.5.
All. Silvestro 6.5.

Arbitro: Garofalo di Torre del Greco 6.

Note: Espulso al 10’st Mallozzi (ST). Ammoniti Nocerino, Marino,
Gargiulo V. (SA),Inserra, Pingue e D’Acierno (ST).

Sant’agnello. Non arriva ancora la prima vittoria del Sant’Agnello,
che contro il San Tommaso conquista il terzo pareggio consecutivo.
Stavolta però c’è da mangiarsi le mani, perché dopo un’ora di gioco i
costieri erano in vantaggio di un gol e di un uomo, a causa dell’espulsione di Mallozzi. L’avvio del match è tutto in
discesa: al 2’, su punizione concessa per fallo su Giammetta (sostituito subito per la rottura della clavicola), Marino pennella una parabola imparabile e porta in vantaggio i costieri. Il San Tommaso stenta a riprendersi e al 25’ è ancora il Sant’Agnello a sfiorare il gol con Cioffi che, lanciato a rete, calcia di pochissimo fuori. Poco dopo tocca a Scala provarci, ma un difensore biancoverde evita il peggio. Sul fronte opposto è D’Acierno a mettersi in evidenza alla mezz’ora con un colpo di testa che fa la barba al palo. L’avvio
di ripresa è di marca irpina, con Balzano che già al 5’ ha una grande
chance ma calcia addosso al portiere. Nel Sant’Agnello si fa male anche Ciardiello; poi, dopo un tentativo di Pingue, Mallozzi subisce il secondo cartellino giallo (fallo su ripartenza) e lascia il San Tommaso in dieci. Sembra un altro colpo basso per il San Tommaso, che invece reagisce prontamente e pareggia al 18’ con un calcio di punizione del nuovo entrato Siciliano. A questo punto il Sant’Agnello inizia ad avere paura, si abbassa troppo e regala campo al san Tommaso, che prima ha una grande chance con D’Acierno, che sfrutta l’errore di Siniscalchi, arriva a tu per tu con Belviso ma calcia fuori.

Fonte: Il Mattino

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!