Fortitudo Basket Sorrento: Con la serie C ritorna il basket in rosa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

femminileForse è stata la novità più inaspettata fra le attività del nuovo progetto Fortitudo. Una novità a tinte rosa che però rispecchia a pieno quella volontà di pallacanestro che effettivamente c’è anche fra il cosiddetto “sesso debole”( non me ne vogliano le ragazze). Voglia e volontà di calcare quel parquet, infatti, hanno portato la dirigenza fortitudina capitanata da coach Gianna Balsamo, “founder” di questa idea che ha lo scopo di far tornare in pianta stabile il basket femminile in penisola dopo qualche anno di latitanza, a mettere insieme un roster di una certa importanza che affronterà il prossimo campionato di serie C. Una prima peculiarità di questo bel gruppo, è il minimo comune denominatore di un’appartenenza territoriale che vede tutte le ragazze della Penisola sorrentina. Un marchio made in Sorrento che fa capire quanto la linea verde e DOC della società costiera, sia indirizzata verso un senso di appartenenza e di costruzione di un’ambiente che rispecchi in pieno lo spirito Fortitudo. Per quanto riguarda la formazione, il roster, nel particolare, è un gruppo dove coesistono giovani ed esperte che avranno in coach Gianna Balsamo (coadiuvata da Capitan Bianca Acampora) una guida sia sulla panchina che in campo visto che vestirà le doppie vesti di giocatrice/allenatrice, dal momento che su lato panchina ci sarà anche il vice Giuseppe Esposito. Al di là della guida tecnica, in campo e fuori ci sono diverse veterane, come ad esempio Vicky Mormone, Pollio Stefania e la stessa Acampora, che hanno accettato la sfida della Fortitudo per aiutare a far crescere le più giovani giocatrici: tra queste ci sono Staiano Camilla, classe 99′, che seppur giovanissima ha già una certa esperienza a livello giovanile fra Battipaglia, agli esordi, poi Lecce, Castellammare, di nuovo Battipaglia e Scafati prima di abbracciare la causa della Fortitudo. Con lei ci sono altre ragazze giovanissime ma già con bagagli di esperienza alle spalle: Maria Scala, classe 93′, che si è detta felice di essere approdata a Sorrento, ha un curriculum di tutto rispetto fra serie B a Salerno con il Ruggi e Scafati, darà sicuramente una mano con la sua esperienza. Flaminia De Luca, altra 93′, prodotto del vivaio Fortitudo, che vanta presenze in A2 con Ariano Irpino anche nei Play -off, Dike Napoli e Scafati. Francesca Grimaldi, 93′ che ha sempre giocato fra le fila della Fortitudo e ritorna con la sua grinta per dare anche lei una mano. Poi Astarita Rosina, Aiello Titti, De Rasis Marianna ( altro prodotto del vivaio Fortitudo che ritorna fra le fila della formazione costiera), Cacace Gaia (giovanissima e nata cestisticamente sotto il nome Fortitudo), D’Angelo Sophie, Maresca Marianna, Maurizio Giorgia, Caracciolo Silvana, De Rosa Michela, Sara Maresca. Obbiettivi e ambizioni di questo bel gruppo, vengono spiegati a pieno dalle parole di capitan Acampora che lascia trasparire il suo orgoglio per l’investitura:“Sono onorata di essere il capitano e di avere un ruolo così importante in campo quanto fuori. Darò il massimo e spero che basti per trasmettere passione e determinazione crescendo tutte insieme”. Anche coach Balsamo aggiunge qualche altro particolare utile per far capire l’importanza del progetto in rosa della Fortitudo:“Questo è un gruppo con tante potenzialità. Le ragazze sono tutte della penisola e sanno che cosa rappresenta la Fortitudo. Fin da subito ho visto un buon affiatamento sia fuori che in campo durante gli allenamenti, vogliamo migliorarci partita dopo partita, far crescere le ragazze più giovani e soprattutto divertirci in campo stando insieme. Sono contenta del ritorno di Flaminia che si è calata subito nel progetto con convinzione e voglia di fare; contenta anche di lavorare con Maria e Camilla che per la prima volta vestono i panni di una squadra senior a marchio Fortitudo. L’obbiettivo è fare bene in campionato dal punto di vista sportivo, ma quello primario è di fondare radici solide per la costruzione di un movimento femminile importante. Al di fuori della palestra devo ringraziare il nostro sponsor Penta Test che ha creduto ed appoggia i nostri progetti, oltre che la società che ha voluto dare voce ad un movimento che si stava affievolendo”. Il primo appuntamento ufficiale che darà il via alla stagione, è previsto per il 29 o 30 Ottobre 2016 per il turno preliminare della Coppa Campania “Dante Maiorani”, dove la formazione costiera ospiterà in casa il Basket Napoli Vomero.

Francesco Vazza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!