Coppa Italia, blitz del Sorrento sul campo del San Giuseppe firmato Catalano e Minicone

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

san giuseppe sorrentoDopo il ko di Palma Campania, il Sorrento ha sfruttato immediatamente l’opportunità di riscattarsi espugnando lo Stadio Scipione Pignatelli per 2-1 mettendo una seria ipoteca sul passaggio agli ottavi di finale.

Nonostante un campo sterrato sul quale diventava problematico anche calibrare il più semplice dei passaggi, il Sorrento parte subito forte e dopo 3 minuti Ferrara va via sulla sinistra e mette al centro un cross invitante sul quale Minicone manca di un soffio la deviazione vincente. Al 5’ la squadra di Mario Turi sblocca il risultato: Serrapica vede con il terzo occhio il taglio di Catalano tra i due centrali e lo serve con un colpo di testa che il difensore deve solo depositare in rete alle spalle di Parenti per il primo centro stagionale. Al 17’ Serrapica apre il gioco sulla destra per Minicone, che da posizione defilata non riesce ad indirizzare verso la porta del San Giuseppe. L’esterno rossonero è presente in ogni azione d’attacco, e dopo pochi minuti viene anticipato di un soffio da Mensione al termine di un’azione personale di Di Capua che si beve l’intera retroguardia cilentana. Intorno alla mezz’ora il San Giuseppe si fa vivo dalle parti di Pezzella con un paio di squilli che consigliano all’attenta retroguardia rossonera di mantenere sempre alta la concentrazione. Sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra, Librone incorna alto sopra la traversa. Poco dopo Ilardi lancia Urna sul filo del fuorigioco, ma la conclusione è fuori misura. Scampato il pericolo, i costieri addormentano la gara, con la prima frazione di gioco che scorre via senza troppi sussulti.

La ripresa si apre nel segno di Favetta, che prima va via al diretto avversario con un meraviglioso gioco di gambe ma viene anticipato al momento della battuta vincente. Poi, al 52’, il centravanti rossonero prova a sorprendere Parenti dal limite dell’area trovando però i guantoni del portiere vesuviano a frapporsi tra sé e la gloria. Al 63’ splendida verticalizzazione di Cozzolino per Favetta che spara sul portiere da distanza ravvicinata. Poco dopo, sugli sviluppi di un corner dalla destra, Cozzolino prova la battuta vincente dai 25 metri ma viene murato dalla retroguardia vesuviana. Al 72’ il Sorrento trova il meritato gol del raddoppio. Calcio di punizione dalla sinistra di Scarpa, torre sul secondo palo di Ferrara e Minicone si fa trovare pronto per il tap-in vincente. Per Minicone si tratta del 4° centro in Coppa Italia, che gli permette di raggiungere Favetta come miglior marcatore nella competizione tricolore. Passano soltanto 4 minuti ed il San Giuseppe riapre la gara. Catalano attera Massa in area di rigore, per l’arbitro è rigore ed espulsione per chiara occasione da gol. Urna si incarica di calciare dagli 11 metri ed insacca spiazzando Pezzella. Anche in inferiorità numerica non cambia l’inerzia della gara, con il Sorrento che non rischia mai ed in pieno recupero sfiora il tris con una perfetta triangolazione Favetta-Scarpa-Favetta con quest’ultimo che non riesce a concludere a causa di un rimbalzo fasullo dell’infido terreno di gioco di San Gennaro Vesuviano.

SAN GIUSEPPE – SORRENTO 1-2

Reti: 5’ pt Catalano (SO), 27’ st Minicone (SA), 31’ st Urna rig. (SO)

SAN GIUSEPPE (4-4-2) Parenti; Savarese F., Librone, Galasso, Mensione; D’Auria, Federico (23’ st Iervolino M.), Ilardi, Massa (35’ st De Lorenzo); Ambrosio, Urna (31’ st Caldarelli).
A disp: Ambrosio, Annunziata, Iervolino R., Criscuoli.
All: Cutolo

SORRENTO (4-3-3) Pezzella; Paradisone, Arpino, Catalano, Ferrara; Esposito Lauri (23’ st Scarpa), Serrapica, Di Capua; Minicone (31’ st Esposito), Favetta, Parlato (40’ pt Cozzolino).
A disp: Santaniello, Gargiulo, Savarese, Marcucci.
All: Turi

Arbitro: Perillo di Napoli (Savino/Pollaro)
Note: Espulso: 30’ st Catalano (SO) per chiara occasione da gol. Ammoniti: Minicone (SO), Urna (SA), D’Auria (SA). Corner: 1-5 Sorrento. Recuperi: 2’ pt, 5’ st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!