Al via il Trofeo De Martino nel ricordo di Giò Antonetti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

vela latinaSarà una due giorni a tutta vela e col vento in poppa per le imbarcazioni storiche che imbiancheranno con le proprie tele il golfo di Surriento per il XXVIII Trofeo E.De Martino.
La manifestazione patrocinata dal Comune di Sorrento sarà un momento unico per ricordare Giò Giò Antonetti.
Il giovane avvocato scomparso pochi anni fa con una pazza voglia di mare e amante della vela classica.
Il Trofeo E.De Martino è un appuntamento cult per scenario e location del calendario velistico non solo campano. La kermesse sarà tutta all’insegna delle imbarcazioni classiche.
Sabato 17 e domenica 18 settembre ci saranno le regate. Un triangolo disegnato sul mare dalle boe fosse posizionate dall’organizzazione.
Non servirà solo la prova in acqua per assegnare il trofeo “OVERALL”. Infatti, il comitato organizzatore ha deciso di unire ai risultati ottenuti con la regata anche la prova di omologie ed autenticità.
Le barche saranno, dunque, valutate da una commissione composta da due grandi esperti del settore. Si tratta del dott. Stefano Marini Balestra , responsabile ASDEC e il dott. Maurizio Borriello, responsabile del museo marittimo di Oslo.
Tra le imbarcazioni che hanno presentato la domanda di iscrizione al trofeo De Martino spiccano i veloci e bellissimi gozzi Santa Rosa, Sant’Anna e Don Giovanni, la mitica Italia, i monotipi del Golfo, le barche da crociera Tampasia e Ala di Sogno, i dinghy 12piedi. Parterre de roix riservato al Draumen. Un bellissimo Colin Archer ospite d’onore della rassegna velica costiera.
La storica carpenteria della costiera di mantiene viva anche grazie alla comprovata qualità e alla manifestazione che ne esalta i migliori prodotti storici.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!