Buona la prima, il Sorrento regola la Battipagliese con le reti di Marcucci e Temponi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

sorrento battipaglieseBuona la prima per il Sorrento, che bagna il proprio esordio con 3 punti importanti ottenuti superando una tignosa Battipagliese che prova a chiudere tutte le linee di passaggio per tentare di colpire in ripartenza senza però mostrare un peso offensivo rilevante. I rossoneri prendono sempre più campo con un giro palla prolungato fino all’affondo su calcio di rigore concesso per una netta trattenuta di Paone su Favetta. Marcucci apre le danze e nella ripresa i rossoneri, forti del vantaggio, controllano la gara per poi piazzare il colpo del ko con Temponi. Mercoledì pomeriggio si replica allo Stadio Italia, con il Sorrento che ospiterà il Santa Maria La Carità per l’ultimo match valido per il girone 24 di Coppa Campania: calcio d’inizio alle ore 16.

Il primo squillo della squadra di Mario Turi giunge dopo appena 4 minuti, con De Luca che anticipa di un soffio Marcucci pronto all’inzuccata vincente su cross di Temponi. Poco dopo sugli sviluppi di una punizione calciata da Terracciano, la sfera giunge a Favetta defilato sulla sinistra che si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore bianconero. Al 7’ Temponi salva il risultato, immolandosi su Siano pronto alla battuta a colpo sicuro con Santaniello superato dal cross dalla destra di Marmoro. Il centrocampista delle zebrette prova ancora a rendersi pericoloso tentando di sorprendere Santaniello dalla distanza, ma la sfera termina larga alla sinistra del portiere rossonero. Al 21’ triangolazione Favetta-Marcucci-Favetta e gran conclusione di quest’ultimo che termina di poco alta sopra la traversa. Passano 7 minuti ed il Sorrento sblocca il risultato: cross dalla destra di Savarese, Pavone trattiene nettamente per la maglia Favetta ed il direttore di gara decreta la massima punizione. Dal dischetto si presenta Marcucci, che dopo aver firmato la prima rete ufficiale in Coppa Campania si ripete anche in campionato spiazzando De Luca. Al 41’ Criscuolo è provvidenziale su una conclusione di Marcucci, mentre dopo 120 secondi il Sorrento va vicinissimo al raddoppio. Cross dall’out destro di Paradisone, velo di Temponi per l’inserimento di Favetta che calcia di poco alto sopra la traversa.

Il Sorrento è subito pericoloso in avvio di ripresa. Temponi lancia Favetta, che supera De Luca in uscita con un delizioso pallonetto ma la sfera si stampa sulla traversa. Marcucci è prontissimo a ribadire in rete a porta vuota ma l’arbitro annulla tutto per un dubbio fuorigioco. Il forcing rossonero si fa estenuante, con Di Capua e Favetta a sfiorare la rete in un paio di circostanze. Al 64’ la squadra di Turi trova il meritato raddoppio: corner dalla destra di Vitiello, Temponi anticipa tutti ed incorna in rete non lasciando scampo all’estremo difensore delle zebrette. Al 75’ Santaniello deve superarsi per togliere dall’incrocio una punizione di Guerrera resa pericolosa da una deviazione in barriera. Nel finale Di Capua dai 30 metri e Minicone da posizione defilata sulla sinistra provano a calare il tris ma la mira è leggermente imprecisa.

Queste la parole del mister Mario Turi a fine gara: “Davanti abbiamo calciatori con caratteristiche diverse che si impongono grazie ad una forza d’urto importante, propria delle peculiarità di Marcucci e Favetta. Stiamo ricercando la compattezza fin dal primo giorno di lavoro, perché credo che se nella scorsa stagione non siamo riusciti a conquistare la Serie D nonostante ben 77 punti al nostro attivo, è perché in alcuni momenti siamo mancati come collettivo. I singoli possono incappare in una giornata no, per cui è meglio avere organizzazione piuttosto che solisti. Il 2-0 è il risultato perfetto, perché vuol dire aver affrontato un avversario vero, compatto che ha opposto una strenua resistenza. Successo meritato perché al di là delle reti giunte su palla inattiva, abbiamo creato almeno 2/3 occasioni abbastanza chiare oltre al gol di Marcucci annullato per un fuorigioco a mio parere inesistente. Un risultato che mostra una difesa che non prende gol e questo mi fa sempre piacere. Savarese non era in perfette condizioni, ma ho deciso di schierarlo perché per noi è un elemento imprescindibile. Giovedì aveva preso una botta in allenamento, per cui venerdì e sabato è stato quasi a riposo. Ha dato tuttavia il proprio importante contributo soprattutto in fase di non possesso, per cui questo tipo di calciatori che abbinano qualità a grande abnegazione tattica sono sempre da elogiare. Le palle inattive sono un’arma importante che dobbiamo sfruttare perché incontreremo tante squadre ben organizzate come la Battipagliese che verranno a Sorrento con l’obiettivo primario di non prendere gol. Si tratta di soluzioni che possono rivelarsi decisive soprattutto quando disponi di calciatori con centimetri e scelta di tempo come Marcucci, Temponi, Terracciano ed Arpino che possono capitalizzare le palle invitanti di giocatori dal piede pulito e delicato che sanno come servire queste palle a centro area. Contro squadre come la Battipagliese si può far fatica ma si deve sempre avere pazienza e intelligenza per non forzare le giocate, rischiare il minimo ed essere pronti e cinici per conquistare i 3 punti”.

Fondamentale il contributo dell’attaccante Ciro Favetta, abile a procurarsi il rigore che mette la partita in discesa per il Sorrento.  “Dopo la mia conclusione finita sulla traversa, non ero nella posizione migliore per stabilire se la posizione di Marcucci fosse irregolare o meno, anche se mi  restano tanti dubbi. L’importante era iniziare bene il campionato portando i 3 punti a casa e ci siamo riusciti. Oggi Marcucci attaccava maggiormente le profondità, mentre il mister mi chiedeva di giocare prevalentemente tra le linee a fungere da seconda punta dietro Errico con Savarese che restava più largo. All’occorrenza posso giocare da esterno senza alcun tipo di problema e sono pronto a dare tutto per questa maglia. Già dal riscaldamento ho visto una squadra molto positiva e concentrata: si percepiva che avremmo vinto questa gara. Il gol è pane per ogni attaccante, però l’importante era vincere questa partita perchè era l’esordio in campionato e di conseguenza bisognava assolutamente partire con il piede giusto. Il calcio di rigore era nettissimo, il difensore della Battipagliese mi ha tirato la maglia e l’arbitro è stato bravo a vederlo perché non era facile.

SORRENTO – BATTIPAGLIESE 2-0

RETI: 29’ pt Marcucci rig., 20’ st Temponi

SORRENTO (4-3-3) Santaniello; Paradisone, Arpino, Terracciano, Lombardi; Temponi, Vitiello (23’ st Serrapica), Di Capua; Savarese (44’ st Esposito Lauri), Favetta, Marcucci (32’ st Minicone).
A disp: Uliano, Catalano, Cappelluccio, Parlato.
All: Turi

BATTIPAGLIESE (4-2-3-1) De Luca; Paone (20’ st Doukure), Criscuolo, Pastore, Consiglio; Guerrera, Siano; Marmoro (20’ st Maiese), Rago, Putzolu; Lauro (28’ st Campione).
A disp: Primadei, Fariello, Cascone, Cascino.
All: Graziani

Arbitro: Greco di Roma (Pregevole/Palomba)
Note: Ammoniti: Paone (B), Rago (B), Doukure (B), Savarese (S), Serrapica (S). Angoli: 4-3 Sorrento. Recupero: 0’ p.t., 4’ s.t. Spettatori: 600 circa.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!