Fc Sorrento, Le dichiarazioni di Giovanni Serrapica e Ciro Favetta in conferenza stampa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

serrapica favettaConsueto incontro con la stampa di metà settimana, con il centrocampista Giovanni Serrapica e l’attaccante Ciro Favetta che tracciano un primo bilancio a un mese esatto dall’inizio della preparazione sotto il sole cocente dello Stadio Italia.

Giovanni Serrapica non vede l’ora di ricominciare per conquistare quella promozione toccata con mano e poi sfuggita via per un soffio. “Ormai è un mese che lavoriamo tutti insieme, siamo ripartiti con ancora più entusiasmo per raggiungere l’obiettivo sfilato via sul filo di lana nella scorsa stagione. Abbiamo un gruppo importante, formato dal giusto mix di ragazzi esperti e giovani che si sono subito ambientati”.

Non si molla nulla. Campionato e Coppa Italia sono i due obiettivi stagionali, per cui ci sarà bisogno di tutti nell’arco dell’intera stagione “C’è tanta qualità a centrocampo grazie ai calciatori importanti che compongono questa rosa.  Siamo tutti a disposizione dell’allenatore, la stagione è lunga, le partite sono tante ed abbiamo 2 obiettivi da raggiungere: la promozione in Serie D e la Coppa Italia. Ci sarà bisogno di tutti e dovremo farci trovare pronti quando saremo chiamati in causa. Disponiamo di tanti calciatori importanti in mediana e sono certo che ci sarà spazio per tutti nell’arco dell’intera stagione”.

Davanti alla difesa ma anche mezzala, pur di mettersi al servizio della squadra. “La cosa più importante è mettere al primo posto le priorità della squadra rispetto a quelle personali. Se ci sarà bisogno di giocare in un altro ruolo, come quello di mezzala, per esigenza o scelta tecnica sono pronto a farlo senza alcun tipo di problema”.

Da sabato pomeriggio fino al 24 aprile saranno tutte finali da non prendere sottogamba “Dobbiamo ragionare come se ogni partita fosse una finale, anche perché l’anno scorso abbiamo sperimentato sulla nostra pelle che si può perdere un campionato anche sbagliando soltanto una singola gara. Sabato contro l’Alfaterna Pagani sarà una finale, così come la domenica successiva nel nostro stadio contro la Battipagliese, ed in tutte le altre gare fino al termine del campionato. Con questa mentalità sono certo che raggiungeremo il nostro obiettivo. Riflettendo a mente fredda sull’ultimo torneo, contro Massa Lubrense o Palmese abbiamo peccato di presunzione per cui dovremo ridurre al minimo i cali di tensione ed evitare che i nostri rivali possano approfittarne”

Per Ciro Favetta la squadra ha risposto con giusto piglio e concentrazione nei 5 match di preparazione alla nuova stagione agonistica “Ho visto una buona squadra, ordinata e ben messa in campo. Siamo sempre scesi sul terreno di gioco mostrando il giusto approccio nei 5 test amichevoli disputati finora, in modo particolare contro squadre tecnicamente dotate come le due formazioni Primavera di Napoli e Avellino. Penso quindi che questa sia la strada giusta da percorrere per tutta la durata della stagione che sta per iniziare”

Punta centrale, con una duttilità che lo rende tra gli elementi più interessanti del nuovo corso rossonero “Tra le mie caratteristiche tecniche c’è sicuramente quella di dare una grossa mano alla squadra nei momenti di difficoltà. Sono qui a disposizione del mister, dei miei compagni e di questa società e per me è davvero un lusso poter difendere i colori di questa città. Non avevo mai giocato largo a sinistra come contro l’Afro Napoli United, ma ho giocato spesso dietro un’altra punta o affiancandola”

Le parole del mister Turi nel post-gara di Sorrento-Avellino Primavera sono senz’altro uno sprone a dare sempre di più in ogni allenamento. “Quando sono arrivato qui a Sorrento, ho subito visto come l’organico fosse composto da calciatori di straordinario livello. Una squadra che gioca molto bene a calcio, con tranquillità e senza mai aver paura di alcun avversario. Tante sono le occasioni da gol create in ogni match, per cui noi attaccanti dovremo essere abili a sfruttare le situazioni favorevoli di cui disporremo nei 90 minuti di gara. Il mister già mi conosce, per cui sa come sono fatto anche caratterialmente. Mi ha voluto fortemente qui in maglia rossonera dopo avermi già allenato con la Primavera della Juve Stabia, per cui le sue parole di elogio non possono che spronarmi a dare sempre di più in questa nuova, importante avventura”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!