Danilo Buonomo: “Il mister Russo è stato fondamentale per la mia crescita”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

12507263_1125340537488350_2488220716534879901_nA Massa Lubrense, nonostante un’amara retrocessione, è sbocciato il talento del difensore classe 1996 Danilo Buonomo. Cresciuto nel Settore Giovanile del Sorrento, il 2014 lo vede protagonista con la maglia del Gragnano che vince la massima competizione dilettantistica regionale tornando in Serie D dopo 7 anni. Nella scorsa stagione la definitiva esplosione a Massa Lubrense, giocando sia da difensore centrale che da terzino destro risultando il calciatore con più minutaggio della squadra costiera con 2293 minuti spalmati su ben 24 gare di campionato.

Sei cresciuto nel Settore Giovanile del Sorrento, per poi vincere il campionato di Eccellenza 2 stagioni fa a Gragnano. La stagione scorsa ti ha visto protagonista a Massa Lubrense grazie alla figura del mister Giulio Russo, che ti ha dato la possibilità da “under” di guidare la retroguardia nerazzurra.

“Sono cresciuto in una squadra importante come il Sorrento, avendo la fortuna di stare anche nel giro della prima squadra. A Gragnano ho poi vinto al primo tentativo il campionato di Eccellenza, cosa che mi ha dato l’opportunità di approdare a Massa Lubrense. Non siamo partiti bene, ma l’arrivo del mister Giulio Russo ha cambiato completamente le cose dandomi fiducia ma soprattutto avendo il coraggio di far giocare un “under” come difensore centrale e poi da terzino. Le cose sono migliorate sensibilmente e dispiace davvero per un brutto epilogo che non meritavamo”

La duttilità è un tuo punto di forza, caratteristica fondamentale nel calcio attuale

“A Gragnano ho giocato sia sul centro-destra in una difesa a 3 che terzino destro, mentre a Massa Lubrense mi sono disimpegnato sia al centro della difesa che spostato poi sulla corsia destra. È mancato soltanto il gol, che è nelle mie corde soprattutto da palla inattiva. Ricordo che a Faiano il portiere fece una straordinaria parata negandomi la gioia di un gol già fatto. A livello personale è stata una stagione importante con più di 20 presenze tra campionato e Coppa Italia.  

Qual è la partita della scorsa stagione che ricordi con maggior gioia?

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

“La partita che ancora mi evoca grandi ricordi è quella contro l’Ebolitana, che riuscimmo a far nostra per 2-0. Siamo stati un gruppo vero, giocando da squadra ed aiutandoci l’uno con l’altro. Grazie al mister Giulio Russo capimmo quanto fosse importante uno spogliatoio unito e compatto, e da lì la nostra stagione è giunta a un momento di svolta”.

Salvezza sfuggita soltanto per una questione di episodi. Cosa è mancato a tuo parere per riuscire a centrarla?

“Credo che sia mancata soltanto quel pizzico di fortuna che purtroppo non abbiamo mai avuto per tutto il campionato, tra infortuni ed episodi avversi. Sarebbe bastato davvero poco e staremmo qui a parlare d’altro”.

Quali sono le tue aspettative per la stagione che sta per iniziare?

“Cerco un progetto importante, una società seria che punta a fare un campionato tranquillo dandomi la possibilità di giocare e trovare continuità”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!