Ufficiale: Nello Ferraro approda in Lega Pro, c’è la firma con il Melfi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Assente alla ripresa il classe '97 Nello Ferraro

Nello Ferraro

Riparte dalla Lega Pro la carriera di Nello Ferraro, talento cristallino “made in Sorrento” che si lega ufficialmente al Melfi, società storicamente molto attenta e proiettata alla valorizzazione dei giovani. Squadra con pochissimi senior e tanti under, può vantare il record invidiabile di ben 14 campionati consecutivi in Lega Pro senza spese fuori controllo e puntando sulla linea verde per continuare a stupire. Una serie lunghissima che ha rischiato di interrompersi nel giugno scorso a seguito della retrocessione sul campo dopo il play-out contro il Martina (poi scomparso dal panorama calcistico nazionale), ma dopo un’estate rovente sotto tutti i punti di vista che ha tenuto i supporters gialloverdi con il fiato sospeso, è arrivata l’ufficialità del ripescaggio per completamento organici che ha portato nuovamente il Melfi tra i professionisti.
La linea societaria non è cambiata di una virgola, ed agli ordini del nuovo tecnico Romaniello (nell’ultima stagione a Caserta dove ha raggiunto i quarti play-off) l’unico acquisto di esperienza è il portiere Raffaele Gragnaniello, 35 anni e chiamato a guidare l’intero reparto difensivo forte di una carriera di assoluto spessore che lo ha visto raccogliere anche 47 gettoni tra i Cadetti con la maglia dell’Avellino. Per la campagna acquisti in tutti gli altri ruoli, l’età media si abbassa vertiginosamente, passando dal terzino Alessio Grea (90), fino al bomber Ciro Foggia (91, capocannoniere dell’ultimo girone I di Serie D con la maglia del Gragnano) ed al duttile attaccante Alessandro De Vena (92, e reduce da un’ultima stagione diviso tra Santarcangelo e Fidelis Andria). Ma Nello Ferraro non sarà il solo proveniente da Sorrento, visto che dalla Pro Vercelli è giunto in Lucania anche Alessio Esposito. 37 presenze per lui tra 2012 e 2014, centrocampista di grandi polmoni e generosità la cui carriera fu condizionata da un grave infortunio al crociato patito a novembre 2013 nel match allo Stadio Italia contro il Chieti.
A Melfi ci sono tutte le carte in regola affinché Nello Ferraro possa esprimere le proprie qualità alla prima esperienza tra i professionisti. Una scelta nel segno della continuità sottoforma di pennellate d’autore a riempire di colore le trame di gioco del mister Romaniello. Il centrocampista sorrentino è infatti reduce da un campionato giocato da protagonista con la Primavera del Napoli, dove ha avuto l’onore ed onere di esserne il faro del centrocampo collezionando 26 gare con 1 rete e 3 assist. Saurini lavorava in accordo con Maurizio Sarri schierando gli azzurrini con un 4-3-3 finalizzato a favorire l’inserimento dei giovani nel contesto tecnico-tattico già collaudato della Prima Squadra, com’è prassi consolidata in tutti i top-club europei. Le analogie sono evidenti, visto che anche il mister aversano Romaniello ama giocare con un regista basso davanti alla difesa, seppur con uno schema diverso, visto che l’ex falchetto è un convinto fautore del 3-5-2. Nello Ferraro è quindi carico e motivato, pronto a riprendere i lavori dopo il breve stop Ferragostano e giocarsi tutte le proprie chance per conquistare la cabina di regia gialloverde e mettersi in mostra tra i professionisti. D’altra parte lo spirito di sacrificio non manca al calciatore sorrentino, che proprio nella città del Tasso ha dimostrato di essere disposto a ricoprire qualsiasi ruolo pur di mettersi al servizio della squadra della propria città. In Serie D ha infatti giocato prevalentemente da esterno destro (sia alto che basso, e in emergenza anche sulla corsia mancina) raccogliendo 30 presenze condite da 2 reti contro Torrecuso ed Orlandina. Tante convocazioni in Rappresentativa Nazionale di Serie D ed una personalità da vendere, come dimostra la fascia conferitagli dal mister Sosa che lo ha proiettato nella storia del Sorrento come il capitano più giovane nella storia del sodalizio rossonero a soli 17 anni e 126 giorni. Un’investitura importante, da predestinato pronto a far valere le proprie qualità tecnico-tattiche anche nel dorato mondo professionistico.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!