Il sorrentino Valentino Durastanti, stella emergente del powerlifting

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
(foto di Pierangelo Penati)

(foto di Pierangelo Penati)

Il movimento italiano del Powerlifting è in fortissima ascesa, ed anche in Penisola inizia a crescere l’interesse per questa disciplina del sollevamento pesi nota in tutto il mondo.

Ma cos’è il Powerlifting?

Per i meno addentrati al mondo del sollevamento pesi o a chi non è mai entrato in una palestra, questo sport è costituito da tre esercizi che, in ordine di esecuzione durante una gara, sono: Squat, Panca piana e Stacco da Terra. Ovviamente esistono delle regole di esecuzione e una triade di giudici a valutarne l’effettiva validità. Ogni atleta ha a disposizioni tre tentativi per ogni esercizio e la sommatoria delle tre migliori prestazioni da il totale sollevato che permette di stilare la classifica. Si gareggia per categorie di peso, ovvero gli atleti vengo raggruppati in relazione al proprio peso corporeo al fine di non creare disparità di giudizio ( è ovvio che un atleta che pesa 100 kg solleva di più di uno di 60). Bisogna inoltre specificare che esistono due tipologie di gara: Gare “GEAR” o “attrezzate” dove è previsto l’utilizzo di appositi corpetti/maglie e bande per le ginocchia nella quale è richiesta grande tecnica e conoscenza dell’attrezzatura, e Gare “RAW” dove è consentito il solo utilizzo di polsini e cintura ed è di più facile accesso per chi si vuole cimentare in questo sport.

Come accennato in precedenza, anche in Penisola è presente il Powerlifting. A Piano di Sorrento vi è un gruppo di ragazzi che pratica costantemente questo sport e fra loro c’è Valentino Durastanti, ventitreenne di Sorrento allenato da Ado Gruzza (tecnico anche della Nazionale Italiana Junior) e facente parte della squadra Barbarians Parma. Valentino è uno dei più forti Powerlifter emergenti a livello italiano. Infatti alla sua giovane età, vanta già un palmares di tutto rispetto:

  • Esordio anno 2013 – Secondo classificato Assoluto WDFPF – Categoria Junior RAW;
  • Anno 2014 – Campione Italiano Assoluto WDFPF – Categoria Junior RAW;
  • Ottobre 2015 – Terzo classificato Coppa Italia FIPL – Categoria Junior GEAR;
  • Aprile 2016 – Terzo classificato Campionato Italiano Assoluto FIPL – Categoria -105kg GEAR;
  • Giugno 2016 – Terzo classificato Campionato Italiano Classic RAW FIPL – Categoria -105kg RAW.

 

Prossimo appuntamento agonistico è per il mese di ottobre, a Terni, Coppa Italia FIPL (gara GEAR a squadre) dove Valentino prenderà parte alla gara con la sua squadra, che ormai da diversi anni vince costantemente la competizione.

 

Per chi fosse interessato a questo sport, lasciamo alcuni link utili:

  • http://www.powerliftingitalia-fipl.it/ (Federazione Italiano PowerLifting – ente riconosciuto IPF)

–          http://www.wdfpf-italia.net/

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!