Vitiello è primo ad Ostuni

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'arrivo a braccia alzate di Angelo Vitiello (Foto tratta dalla pagina Facebook del Progetto ciclismo sorrentino)

L’arrivo a braccia alzate di Angelo Vitiello (Foto tratta dalla pagina Facebook del Progetto ciclismo sorrentino)

È Angelo Vitiello a far proprio il 2° Memorial Enzo Longo ad Ostuni.
Il ragazzo del Progetto Ciclismo Sorrentino regola il gruppo con un margine di 3 secondi.
Su un percorso di 102 Km, Angelo Vitiello riesce a massimizzare il lavoro di tutta la squadra.
Una sfida caratterizzata da una fuga iniziale a 15 corridori tra cui Pietro De Simone, Carmine Carratu ed Enrico D’Elia.
Dopo una lunga cavalcata i poursivants vengono riassorbiti dal plotone.
Luigi Acampora prova a rientrare con Vitiello, ma dopo vani tentativi finirà ad un amen dalla top ten (11°).
Sessa lo segue immediatamente in classifica con un recupero formidabile nell’ultima salita.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!