Sorrento: Strepitoso successo del progetto “Al San Paolo la classe non è acqua”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

DSC_1360Venerdì 27 maggio è calato il sipario sul progetto sportivo ideato dall’istituto superiore polispecialistico San Paolo.

Il progetto “Al San Paolo, la classe non è acqua…” che, a partire dal novembre scorso, ad oggi, ha visto protagonisti 120 alunni di quattro seconde e due terze dell’indirizzo enogastronomico, reca la firma della Dirigente Scolastica, prof.ssa Rosa Cirillo e del prof. Giuseppe D’Alessio, dell’assessore allo sport Mario Gargiulo e del  gestore della piscina “Ulysse” Marco Veno.

Un progetto– ha dichiarato la Preside Cirillo – “che si può portare avanti se c’è la passione e il prof. D’Alessio ci ha messo il cuore”. “La progettazione che l’Istituto ha messo in campo come offerta formativa – ha proseguito la prof.ssa Cirillo, è molto ampia. L’attività svolta in orario curriculare dal prof. D’Alessio, ha mirato a rivalutare quella che è la capacità espressiva dei ragazzi, non solo come competenze contenutistiche, ma anche nell’armonia del corpo. Con questo percorso siamo riusciti a sfondare un pregiudizio, ostico da superare in età adolescenziale, quello di mostrarsi agli altri senza paura”.

Il progetto portato avanti con molto entusiasmo dal professor D’Alessio, ha permesso ai tanti giovani del plesso, l’acquisizione del brevetto di assistente bagnanti, figura obbligatoria nel campo della balneazione, un’ulteriore opportunità in ambito lavorativo.

Un progetto trasversale, ma al contempo lungimirante che ha regalato tante soddisfazioni e scritto un pezzo di storia in quel di Portici, presso la piscina coperta del complesso sportivo. Sia la squadra femminile che quella maschile “San Paolo” hanno vinto la finale Provinciale di nuoto. Prima volta nella storia dell’Istituto, in cui è stata realizzata una doppietta.

Entusiasti non solo gli alunni e le rispettive famiglie, ma anche l’assessore allo sport Mario Gargiulo, che ha garantito il prosieguo dell’attività per il successivo anno scolastico.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!