Football Club Sant’Agnello: Sarà Nardo il successore di Turi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Francesco Nardo non è più l'allenatore del Sant'Agnello

Francesco Nardo sarà l’allenatore del Sant’Agnello

Sarà Francesco Nardo l’erede di Mario Turi.
Una sorta di passaggio di testimone che ritorna d’attualità dopo 18 mesi.
Fu proprio Turi a sostituire Nardo dopo il ko di Ariano Irpino. Il Football Club Sant’Agnello reduce da sei vittorie di fila perse gara e tecnico.
Franccesco Nardo, dunque, torna in prima squadra dopo il suo declassamento di due anni fa.
Nativo di Vico Equense, Nardo ha iniziato a muovere i primi passi proprio con le società vicane. Al San Giovanni Battista conquista i play off in seconda categoria.
La cosa lo fa approdare a Sant’Agnello.
Sarà il secondo di Guarracino sulla panchina della Juniores e della prima squadra.
Un crescendo per il tecnico costiero. Vicano doc, nato nel ’71, il nuovo allenatore dei bianco azzurri tifa Juve ed è il punto di riferimento per tutto il settore giovanile dei santanellesi.
Il 2014-15 c’è l’addio a Guarracino e la grande occasione.
Negri decide in estate di formare una rosa con tutti calciatori costieri. Un mix di giovani e meno giovani da far plasmare a Nardo per centrare una tranquilla salvezza.
In estate cambiano le carte e scoppia il flirt tra il presidente e Giglio. L’imprenditore rivoluziona la rosa e dopo sei vittorie su sette gare, a Nardo viene lasciata la Juniores.
Una Juniores che riuscirà a conquistare il titolo Regionale al “Giraud” di Torre Annunziata quando batte il San Giorgio per 3-1, ma esce per differenza reti nel triangolare di accesso alle finali nazionali.
L’ultimo anno per Nardo è quello della conferma. Infatti, con il gruppo ’99, il Football Club Sant’Agnello vince il proprio girone di appartenenza, ma rimane ancorato al palo per una sentenza del Giudice Sportivo ancora da emettere che non consente ai costieri di avere la sfidante per il turno successivo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!