Torneo delle Regioni: il resoconto per la Campania dopo il primo turno

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

torneo delle regioni 2016Inizia bene, l’avventura della Campania al Torneo delle Regioni LND. Due compagini su tre riescono a staccare il pass per accedere al secondo turno. Unico flop, quello della squadra Allievi di mister Luca Parisio fuori dai giochi già dopo la seconda partita: doppio ko contro Piemonte e Toscana, con zero gol fatti e quattro subiti nelle due partite, che hanno reso di fatto ininfluente l’ultima sfida contro il Comitato Provinciale Autonomo di Trento, anch’esso già eliminato dopo due turni.

Ieri mattina con la Rappresentativa Allievi siamo rientrati dalla Calabria dopo l’inaspettata eliminazione dal torneo – commenta mister Parisio – grandissima è stata la delusione, considerando il precampionato fatto dove la mia squadra aveva mostrato ottime indicazioni con ben sette vittorie ed una sola sconfitta. La squadra ha disputato comunque delle ottime prestazioni al di la del risultato, molti ragazzi si sono messi in vetrina ed hanno ben figurato d’avanti ai tanti addetti ai lavori, presenti sulle tribune. Da oggi lasciamo alle spalle questa esperienza negativa pur sempre formativa sia per me come allenatore che per i ragazzi, e ci concentreremo sulle prossime sfide”.

Ottimo, invece, il percorso della Juniores che da 13 anni non approdava ai quarti da prima in classifica. La baby gang di Corrado Sorrentino chiude il girone E con 7 punti, frutto di due vittorie ed un pareggio in tre gare, con 5 goal fatti e 2 subiti.

Fanno invece l’en-plein i Giovanissimi allenati da Orlando Ceglia, che accedono ai quarti di finale dopo aver fatto percorso netto al primo turno: tre vittorie in altrettante gare, con sei gol fatti e zero subiti.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!