Basket, Fortitudo Basket Sorrento: La seconda fase delle formazioni giovanili

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

LogoFortitudoArchiviata la stagione regolare le due formazioni giovanili di spicco della Fortitudo Basket Sorrento, si sono buttate a capofitto nella seconda fase della stagione nei loro rispettivi gironi Silver (girone M per l’u18 e sempre M per l’U15) che decreteranno la vincente che passerà alla fase successiva ad eliminazione diretta. Le due squadre guidate da coach Orazzo, hanno avuto non pochi alti e bassi sia fuori che dentro al campo con prestazioni da incorniciare e performance non proprio all’altezza che hanno sbarrato la strada, volenti o nolenti, verso una fase Gold che sarebbe stata un buon riconoscimento per ciò che è stato fatto fin ora da parte della società e dei ragazzi. Ciò non è stato, ma i due roster si sono subito rimboccati le maniche mettendosi in evidenza portando a casa dei successi relativamente importanti per il prosieguo della stagione: relativamente perché, soprattutto per l’u18, dopo una stagione regolare particolarmente bella nelle gare casalinghe dove i ragazzi costieri si sono dimostrati davvero inarrestabili, nel girone della seconda fase hanno iniziato ad essere più discontinui, riportando una sconfitta in quel di Sala Consilina e successivamente, una bella vittoria agile, seppur utile a metà, in casa contro Saviano con una prestazione solida, concentrata, con una difesa aggressiva unita ad una grande presenza offensiva. Il risultato finale di 60 a 47 non basta per essere ancora in lotta per passare il turno poiché Venerdì contro il Real Napoli Basket, servirebbe una vittoria con ben 16 punti di distacco. Lo stesso coach Orazzo ammette che: “Sarà dura, nello sport non c’è niente di impossibile, ma l’impresa è comunque difficile. Ho creduto in questo gruppo fin dall’inizio e mi dispiace che per alcune vicissitudini non siamo riusciti ad esprimere tutto il potenziale che abbiamo”. Altra situazione invece, quella dell’U15 che dopo aver concluso la stagione regolare al quinto posto in maniera sfortunata legata soprattutto a risultati sfavorevoli arrivati dagli altri campi, ha riportato nella prima partita del girone Silver una vittoria agile e importante contro un Valdiano non proprio irresistibile. Un +22 finale che proietta la Fortitudo al secondo posto a stretto contatto con la prima classificata che sfiderà nell’ultima giornata del girone. Una prestazione importante frutto di una stagione importante come lo stesso coach Orazzo tiene a precisare:“Questo gruppo ha fatto grandi passi avanti, è migliorato lungo tutto l’anno ed ora inizia a mostrare i risultati. Ovviamente la sfortuna ci ha negato l’accesso alla fase Gold che i ragazzi, almeno secondo me, avrebbero meritato per il cammino e le prestazioni fatte in campo, ma la Silver è comunque un buon traguardo ed un’ottimo inizio per una formazione che va ancora a corrente alterna e deve fare esperienza di questi campionati giovanili lunghi e molto competitivi”. La stagione è ad un punto cruciale e la Fortitudo ancora una volta dimostra di esserci, grazie alla sua programmazione e la sua voglia di far crescere quotidianamente i suoi giovani atleti.

(U18) FORTITUDO BK-TIGERS SAVIANO 60-47

PARZIALI: (13/4;13/12;20/10;14/21)
AVERSA 4 ; SCOPINO 14; POLLIO 16; DE MARTINO 11; GUIDA 4
CINQUE 11;PIOSELLI; LUBRANO; NUNZET.

Francesco Vazza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!