Agli UnderOver il 1° Givova Cup

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

givovacupSi conclude con il successo degli UnderOver l’attesissimo torneo targato ApdCarotenuto Sant’Agnello.
La 1°Givova Cup, vera e propria maratona di volley, vedeva al nastro di partenza oltre cento atleti di tutti i livelli, da amatori a professionisti che si sono sfidati senza sosta per 24 ore di fila con tanti eventi gastronomici abbinati al torneo.
La kermesse si è svolta presso la tensostruttura di Sant’Agnello, ma il boom di like, commenti e post è stato raggiunto sui social.
Sono bastate solo 48 ore dalla chiusura della rassegna per lanciare la sfida alla squadra campione in carica.
Insomma, un 2017 che si preannuncia ancora più combattuto.
La promessa degli organizzatori? Una seconda edizione ancora più spettacolare e ricca di eventi collaterali.
I premi individuali sono andati a: Andrea Fiorentino (Miglior Giocatore), Maria Laura Esposito (Miglior Giocatrice).
Questo il commento di Francesco Carotenuto, organizzatore dell’evento.
“E’ stata una vera e propria festa dello sport, dove famiglie e professionisti si sono riuniti per vivere 24 ore di sana pallavolo e divertimento” spiega, “Per noi è stato un successo inaspettato, visto il poco tempo impiegato per organizzare il tutto”.
Non mancano i ringraziamenti.
“Ringrazio tutto lo staff e soprattutto gli sponsor che ci hanno sostenuto da Givova all’Atelier Boccia di Pompei, da Lineaservice agli amici della Puteca di Masaniello”, conclude Carotenuto, “Ora siamo già a lavoro per il prossimo anno, dove vorremmo ospitare anche squadre di altre regioni”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!